25 aprile: le iniziative a Scandicci per il 76° anniversario della Liberazione

24 Aprile 20215min79
Diamo voce al silenzio

 

Domani, domenica 25 aprile, anche Scandicci celebra il 76° anniversario della Liberazione dalla dittatura nazifascista.

Non ci stancheremo mai, ogni anno, di accendere i riflettori sul significato di ciò che fu la Liberazione del 1945, anche perché fra le tendenze nagazioniste o riduzioniste di vario genere (da un anno a questa parte, per esempio, sono in voga quelle inerenti alla pandemia. No comment…) troviamo sempre, purtroppo, quelle mirate a sminuire il carico di male assoluto che fu il nazifascismo, che in Italia determinò la contrapposizione armata di due categorie di persone: quelle che combattevano per difendere una dittatura (che, in quanto tale, era oppressiva e criminale) e quelle che combattevano per la libertà di tutti. A prescindere dai “gusti” personali, le due categorie non erano uguali e i morti non sono tutti uguali.

Liberazione, quindi, come epilogo della Resistenza attuata in Italia dal settembre ’43 contro l’invasore germanico e gli italiani fascisti aderenti alla Repubblica di Salò e domani nella città della fiera si svolgeranno varie iniziative, perlopiù online.

Ore 10:15 (diretta pagina Facebook del Comune), il Coro di Voci Bianche di Firenze e di Scandicci (foto), diretto da Lucia De Caro, con il contributo artistico di Fuad Aziz, presenta il brano “Beautiful that way” dalla colonna sonora del film “La vita è bella”.

Alle 10,30 (diretta pagina Facebook del Comune) in piazza Matteotti deposizione della Corona d’alloro al monumento in ricordo della Liberazione, con l’intervento del Sindaco Sandro Fallani.

La Sezione Anpi Scandicci e il Comitato Antifascista organizzano le seguenti iniziative:

Ore 10, “Adotta un/una Resistente in città“. «I cittadini e le cittadine di Scandicci – spiegano gli organizzatori – rendono omaggio, con un fiore e un pensiero, ai Partigiani, Partigiane, Padri e Madri Costituenti e ai Resistenti di allora, presso le targhe delle strade della nostra città a loro intitolati/e».

Ore 12, in piazzale Resistenza, “No al razzismo, no al fascismo”: «Flash mob – spiegano le associazioni – per ribadire la nostra opposizione ad ogni fascismo ed al clima di intolleranza e discriminazione che alcuni gruppi e partiti cercano di diffondere nel nostro Paese. Per un’Italia dell’accoglienza e del diritto». Saranno lette alcune poesie e portati fiori colorati al cippo che ricorda le vittime per la libertà.

Ore 16, a San Giusto presso il giardino di via Signano, “Diamo voce al silenzio”: intitolazione di una panchina rossa (foto) contro la violenza sulle donne, a cura di Anpi Scandicci e Comitato Antifascista, in collaborazione con l’Assessorato e la Commissione per le Pari opportunità e l’ufficio Arredo e Verde pubblico del Comune.

L’inaugurazione della panchina sarà in diretta facebook sul canale del Comitato antifascista di Scandicci. In programma un testo contro il femminicidio letto da Mery Nacci e cantato da Giacomo Gentiluomo; per l’occasione sul posto saranno installate sagome femminili con pensieri contro la violenza sulle donne. A “Diamo voce al silenzio” partecipano l’Assessora e la Presidente della Commissione Pari Opportunità del Comune di Scandicci Diye Ndiaye e Ilaria Capano, l’assessora al Verde pubblico e all’arredo urbano Barbara Lombardini, una rappresentante del centro antiviolenza Artemisia, il Presidente di Anpi Scandicci Renato Romei e il Comitato antifascista di Scandicci.


Iscriviti alla Newsletter