A Ponte a Greve la nuova postazione per la raccolta degli oli esausti

9 Ottobre 20203min217
oli usati Ponte a greve

È stata inaugurata oggi, venerdì 9 ottobre a Ponte a Greve, la nuova modalità di raccolta degli oli vegetali esausti (nella foto) di Alia anche per i residenti a Scandicci. Si tratta di un box destinato alla distribuzione, alla raccolta e al tracciamento del contenitore Olly. Gli utenti potranno accedere alla struttura con la chiavetta elettronica in dotazione per il conferimento ai cassonetti con calotta di Alia o con la Olly card.

Il sistema è in grado di rilevare in tempo reale le attività di ogni singolo utente, lo status di conferimento dell’attrezzatura e le attività effettuate dall’operatore della raccolta, garantendo per ogni attività il monitoraggio in remoto e la gestione degli alert. Per richiedere la card è sufficiente compilare il form pubblicato al link http://olly.ecopuntoenergia.com/richiedi-olly/.

«Questo nuovo sistema va a integrarsi con tutte le occasioni che già esistono nel nostro comune per il conferimento degli oli esausti, come gli ecofurgoni – ha detto l’assessora all’Ambiente di Scandicci Barbara Lombardini –. Noi però non ci accontentiamo, per questo motivo stiamo lavorando con la Sezione soci Coop di Scandicci e con altri centri commerciali sul nostro territorio per ampliare ancora la presenza dei punti Olly al servizio dei cittadini».

«La partenza da Ponte a Greve, oggi, è ‘un premio’ al territorio, visto che questo è il punto di raccolta più produttivo dell’area fiorentina, – ha commentato Domenico Scamardella, Direttore Territoriale Alia Servizi Ambientali SpA -. Gli oli esausti, anche quelli domestici, sono un rifiuto molto impattante sull’ambiente; il conferimento errato negli scarichi delle nostre cucine oltre a danneggiare le fognature inquina falde acquifere e mare. È fondamentale, quindi, il loro corretto conferimento ed avvio a riciclo».

«Il contributo che ogni cittadino può dare conferendo il proprio olio domestico è determinante, per la salvaguardia dell’ambiente – dichiara Furio Fabbri, presidente di Eco.Energy e Gorent spa -. Riciclandolo, facciamo addirittura un ulteriore grande passo avanti: trasformiamo un rifiuto in risorsa, dato che nell’impianto di raffinazione di Vallina, nel comune di Bagno a Ripoli, dove Eco.Energy ha recentemente trasferito la sua sede, verrà avviato al recupero energetico, chiudendo il cerchio dell’economia circolare».

Per maggiori informazioni è possibile consultare il portale, www.aliaserviziambientali.it oppure contattare il call center, attivo dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 19.30 e il sabato dalle 8.30 alle 14.30, con i tre numeri 800 888 333 (da rete fissa, gratuito) o 199 105 105 (da rete mobile, a pagamento, secondo i piani tariffari del proprio gestore), 0571.196 93 33 (da rete fissa e rete mobile) .+


Iscriviti alla Newsletter