A Scandicci 171 minori con disagio scolastico: dal Comune 635mila euro per l’attività educativa

2 Novembre 20212min276
Scuola banchi (Pertini)

I servizi di educativa scolastica nell’anno 2021/2022 attivati dal comune di Scandicci in base a certificazioni di disagio o difficoltà riguardano 171 minori.

L’aiuto dell’amministrazione comunale consiste in un servizio di affiancamento da parte di educatori per l’integrazione all’interno della comunità e del contesto scolastico: si tratta quindi di cosa diversa dai servizi di sostegno, che invece sono a carico dello Stato e riguardano l’aiuto ai minori che ne hanno necessità per quanto riguarda le attività didattiche. Le attività educative scolastiche sono affidate in appalto alla Cooperativa Di Vittorio, che si è aggiudicata il servizio prima dell’inizio dell’anno 2021/2022.

Quest’anno il Comune investe circa 635mila euro in educativa scolastica, un importo in crescita rispetto agli anni precedenti a causa dell’aumento del numero di situazioni riconosciute: lo scorso anno le ore settimanali furono ad esempio 863, ovvero 45 in meno di quest’anno, in cui sono 908, per un totale annuo di 28.800 ore.

“Il fatto che i casi certificati sono in aumento rispetto allo scorso anno scolastico è un dato positivo – dice l’assessore alle Politiche socio sanitarie Andrea Franceschi – perché è il segno che l’attenzione delle scuole e la consapevolezza delle famiglie sulle esigenze dei minori crescono continuamente. Per l’amministrazione comunale intervenire il prima possibile nei casi di disagio è fondamentale per il futuro delle persone, delle famiglie e dell’intera comunità. Va ricordato anche che il Comune ha in carico complessivamente 287 minori con disabilità, per ognuno dei quali ci sono percorsi educativi, di assistenza e di sostegno specifici”.


Iscriviti alla Newsletter