A scuola in bicicletta, il 3 giugno si replica!

19 Maggio 20213min155
Bike to school bicicletta

Dopo il successo dell’iniziativa “Bike to school”, tenutasi lo scorso 30 aprile e che vide ben 165 alunni andare a scuola – la Dino Campana di Scandicci – in bicicletta, gli organizzatori hanno pensato bene di replicare: il 3 giugno, in occasione della Festa della bicicletta, le due ruote saranno di nuovo protagoniste insieme ai giovanissimi ciclisti.

Nell’attesa, Giuseppe Giacalone – insegnante alla Campana – ha sottolineato l’importanza e la buona riuscita della prima “Bike to school”.

«È stato un piacere l’aver contribuito a organizzare questo piccolo grande evento – ha spiegato il docente -. Tra uno scroscio d’acqua e l’altro, il tempo ci ha graziato e tutto si è svolto in una fresca giornata di sole, l’ideale. Gli uccellini, le chiome dei bagolari tremolanti, le nuvole nerastre e rispettose a guardare laggiù lo spettacolo inedito di 165 biciclette intimidite dalla loro stessa massa, divenute protagoniste per un giorno a rubar spazio in una strada dove di solito le auto passano veloci come palle di cannone. Che bellezza!».

Giacalone ha evidenziato anche la snellezza – caso raro, nella nostra Italia devastata dalla burocrazia! – dell’iter organizzativo dell’evento, che «ha richiesto e preso davvero poco tempo – ha detto il maestro -: la proposta è stata presentata alla dirigente dell’Istituto Spinelli, la dottoressa Marina Andalò, che entusiasta l’ha sottoposta al vaglio di docenti e genitori, che l’hanno accettata senza riserve. A seguire, la raccolta di due informazioni di prammatica – numero di partecipanti e direzione di provenienza – girate poi con un clic alla polizia municipale. Tutto qui. Il resto lo hanno fatto i bambini, alcuni dei quali, pur di venire in bicicletta da luoghi lontani, hanno convinto i genitori a caricarla sull’auto in modo da fare insieme ai compagni almeno l’ultimo tratto».

Il docente conclude con una considerazione che è in sé anche un auspicio:
«Una giornata insolita, un precedente importante, da ricordare, da replicare. Una giornata che potrebbe essere la nostra quotidianità, resa possibile su iniziativa e grazie al supporto della FIAB di Scandicci, che è nata un anno fa circa come una delle tante costole della Federazione Italiana Ambiente e Bicicletta e che si propone di diffondere l’abitudine all’uso di mezzi di trasporto sostenibili, in alternativa allo “strapotere” sovradimensionato delle auto. Una sola richiesta alla fine da parte di bambini e genitori: rifarlo più spesso. E l’anno prossimo speriamo di mettere l’iniziativa a sistema, perché l’uso della bicicletta, quando possibile, diventi davvero un’abitudine che non faccia rimpiangere le palle di cannone».


Iscriviti alla Newsletter