AGGIORNAMENTO – Ospedali: nuove misure per le visite ai degenti

15 Ottobre 20203min1660
cyberuly@yahoo.it

L’Azienda USL Toscana Centro ha pochi minuti fa rettificato quanto aveva precedentemente comunicato e che avevamo riportato nella notizia a fondo pagina.

Vale quindi quanto riportato qui di seguito: le misure attualmente vigenti per le visite ai degenti prevedono che le visite si possono svolgere in un turno al giorno. E’ permessa la presenza di un solo visitatore per paziente in orario di visita. Non è consentita l’alternanza dei parenti nel turno di visita. E’ obbligatorio indossare la mascherina ed igienizzare le mani con il gel alcolico a disposizione nei dispenser posizionati all’ingresso delle stanze di degenza. Le visite nei reparti con pazienti affetti da Covid-19 sono vietate. Nei presidi ospedalieri sarà affissa apposita cartellonistica con gli orari di visita. Per le persone che devono effettuare una prestazione sanitaria non sono ammessi accompagnatori tranne che per i minorenni, le persone disabili o comunque non autosufficienti e le persone con barriere linguistico-culturali.

—          —             —            —             —            —              —          —           —

Da domani, venerdì 16 ottobre, entrano in vigore nuove disposizioni per regolare gli accessi nelle strutture ospedaliere del territorio. Una regolamentazione che si è resa necessaria in questa fase dell’emergenza sanitaria e in considerazione della situazione epidemiologica, per mantenere e garantire un alto livello di sicurezza per le persone.

Nel dettaglio, l’accesso dei visitatori è temporaneamente interdetto in tutti gli ospedali dell’Azienda Sanitaria ad eccezione di casistiche particolari: fine vita, gravi disabilità e/o disturbi cognitivi, necessità di formazione ai caregiver (cioè badanti e assimilati), consenso alla donazione, minori. In queste particolari casistiche l’accesso è consentito su valutazione e accordo tra i direttori delle strutture ed i coordinatori infermieristici che provvederanno a segnalarlo nella documentazione sanitaria del paziente.

Chi deve consegnare effetti personali o indumenti ai degenti potrà affidarli al personale sanitario.

I familiari saranno informati telefonicamente dal personale del reparto sulla situazione del proprio congiunto.

Per le persone che devono effettuare una prestazione sanitaria non sono ammessi accompagnatori tranne che per i minorenni, le persone disabili o comunque non autosufficienti e le persone con barriere linguistico-culturali.

 

 


Iscriviti alla Newsletter