Al partigiano scandiccese Sarti intitolati i giardini di lungarno Santarosa

11 Settembre 20201min278
SilvanoSarti

“Pillo” – questo il suo nome di battaglia nella Resistenza – era nato nel 1925 a Scandicci; figlio di operai, era entrato in fabbrica a 15 anni, al calzaturificio Rangoni, dove aveva imparato la lotta sindacale e l’antifascismo. Parliamo del partigiano Silvano Sarti (nella foto) al quale, oggi 11 settembre, il comune di Firenze ha dedicato i giardini di lungarno Santarosa. Alla cerimonia, Scandicci era rappresentata da parte della giunta.

Sarti fu renitente alla leva repubblichina, venne catturato dai nazisti, deportato a Cassino e messo ai lavori forzati. Poi riuscì a fuggire e si unì ai combattenti della Resistenza.

Presidente per vari anni dell’Anpi, era il partigiano più conosciuto tra i giovani, sempre in prima fila alle celebrazioni dell’11 agosto e ai pranzi popolari della Liberazione.


Iscriviti alla Newsletter