Asili nido convenzionati, 370 euro al mese dal Comune per le famiglie escluse dalla graduatoria

4 Novembre 20212min196
asilo nido infanzia

Il comune di Scandicci ha integrato le risorse stanziate dalla Regione Toscana per i posti bambino nei nidi convenzionati – risorse risultate quest’anno insufficienti a causa di una direttiva europea – con un apposito fondo: garantisce così anche a 30 famiglie che erano rimaste escluse dalla graduatoria i fondi per abbattere le rette mensili.

Parliamo di contributi di 370,90 euro al mese per dieci mesi, dallo scorso settembre fino a giugno 2022, per abbattere, come detto, le rette mensili di tutte le famiglie che hanno figlie e figli nei nidi convenzionati con il Comune e che hanno presentato domanda. I contributi non saranno erogati alle famiglie, ma saranno direttamente sottratti dalla tariffa mensile per il servizio educativo convenzionato frequentato dalla figlia o dal figlio.

Spiega così la novità l’assessora alla Pubblica istruzione Ivana Palomba: “Viene riconosciuto il massimo contributo ad abbattimento della retta mensile, oltre 370 euro al mese per 10 mesi, grazie ad una direttiva europea che supera il principio di parametrazione del contributo in base al reddito; siccome risultano però insufficienti i fondi inizialmente stanziati da parte della Regione per tutte le richieste, a 30 bambini non era possibile garantire i contributi. A questa carenza abbiamo fatto fronte stanziando oltre 114mila euro da parte del settore educativo del Comune, assicurando così l’abbattimento delle rette con il massimo del contribuito a tutte le famiglie che ne hanno diritto”.

In base alla graduatoria per i posti bambino nelle strutture convenzionate, ad oggi la situazione dei nidi sul territorio vede ancora disponibili 27 posti comunali tra nidi e spazi gioco, per una lista di attesa di 32 bambini tra piccoli, medi e grandi.


Iscriviti alla Newsletter