Campo dei tulipani: finalmente l’apertura a Scandicci

6 Aprile 20213min496
Tulipani copertina

Apre anche a Scandicci, mercoledì 7 aprile, il parco dei tulipani.

Dal momento che è scaduta – e a quanto ne sappiamo non è stata rinnovata – la delibera comunale che nella città della fiera aveva stabilito la chiusura di parchi e giardini pubblici e tenendo anche conto dei dettami regionali e governativi (in base a cui anche in zona rossa è possibile sia frequentare parchi pubblici, senza creare assembramenti, sia andare a comprare fiori) ecco che tutto confluisce nel via libera all’edizione 2021 di Wander and pick nell’area ex Cnr.

Il cancello del parco apre alle 10:30 per chiudersi alle 19 e così i giorni seguenti; l’organizzazione, scrupolosa e capillare, sarà affidata ai volontari de “Le tribù della Terra”, ossia l’associazione guidata da Alessandra Benati che ormai da quattro anni cura questa innovativa attrazione. Regole ferree per l’accoglienza e la visita, che saranno contingentate e scaglionate; un percorso specifico atto a garantire il distanziamento condurrà i visitatori fra le figure floreali che adesso sono nel pieno splendore e il gel sanificante all’ingresso garantirà di poter igienizzare le mani.

Una riflessione ci sembra doverosa: “Le tribù della Terra” al momento è “in rosso” di diverse decine di migliaia di euro, tutti tirati fuori di tasca propria. Questo perché ogni edizione di Wander and pick fra preparazione, materiali, manutenzione, organizzazione e quant’altro costa quanto un’auto di grossa cilindrata.

Il contributo di un euro per ogni tulipano raccolto dai visitatori è servito nei primi due anni a reintegrare, almeno in parte, tali spese. Ma lo scorso anno, nel pieno della chiusura dell’Italia a causa della pandemia, il parco rimase ovviamente chiuso e come molti ricorderanno le decine di migliaia di tulipani che non poterono essere acquistati furono donati a cittadini, associazioni, ospedali e realtà varie, senza quindi incassare un euro. Quest’anno, per la delibera comunale che a Scandicci ha chiuso i parchi, Wander and pick apre con una decina di giorni di ritardo, che già significa un bel po’ di contributi volontari mancati. Ed è superfluo dire che in questo caso non sono previsti ristori e sostegni economici.

Quindi visitare il parco dei tulipani significa dare agli organizzatori una prova tangibile di stima per la determinazione mostrata nel portare avanti il progetto contro mille avversità e aiutarli a limitare la sofferenza economica derivata dalla pandemia.


Iscriviti alla Newsletter