Categoria: Attualità

14 Gennaio 2020
Linguaggio-ricerca.jpg?fit=500%2C325&ssl=1

Domani, mercoledì 15 gennaio alle 10.45, nell’Aula magna del CNR a Firenze, due studentesse di 4ª C del liceo scientifico indirizzo scienze applicate del Russell-Newton di Scandicci riceveranno il primo premio al concorso “Il linguaggio della ricerca”; lo riporta Gonews, aggiungendo che la categoria per la quale le due giovani hanno primeggiato è “Testi divulgativi”, con la realizzazione di un opuscolo di informazione scientifica e un filmato.

Le due studentesse, seguite dalla docente Samantha Taruffi, hanno prodotto il testo divulgativo, dal titolo “Telling Research”, per spiegare in dettaglio il ruolo del ricercatore attraverso l’esperienza diretta.

Le studentesse hanno inteso privilegiare sia il tentativo di realizzare una pubblicazione di argomento strettamente scientifico che però fosse fruibile anche dai meno competenti, sia la grafica.

Oltre alla pubblicazione è stato prodotto un video che presenta una rassegna di ricercatori illustri, da Archimede a Carlo Rubbia.

Alla premiazione sarà presente tutta la classe 4ª C, oltre all’insegnante di fisica, prof.ssa Elisa Milaneschi, al dottor Lorenzo Ulivi e al dottor Alessandro Schena, ricercatori presso il Consiglio Nazionale delle Ricerche.

9 Gennaio 2020
Coop-logo.jpg?fit=412%2C211&ssl=1

La nota catena di distribuzione organizzata prevede di inserire due figure professionali nelle proprie strutture di Scandicci.

Il primo ruolo è “junior project manager”: dovrà occuparsi dello sviluppo del riordino centralizzato. È richiesta una laurea in ingegneria gestionale o in economia aziendale con specializzazione in ricerche di mercato o controllo di gestione. In un primo tempo il contratto sarà a tempo determinato a tempo pieno, ossia 40 ore settimanali, con sede di lavoro a Pontedera (Pi), ma è richiesta la disponibilità a un possibile trasferimento nella sede operativa di Scandicci. Fra i requisiti, anche ottima conoscenza di Excel per analisi ed interpretazione di dati e conoscenza di processi di pianificazione e gestione delle scorte in ambito logistico-produttivo.

Il secondo profilo cercato è “addetto al controllo gestione”: gradita una laurea in discipline economiche o scienze statistiche, con esperienza nell’ambito di aziende strutturate o società di revisione. Il luogo di lavoro è direttamente Scandicci), mentre la durata del contratto e la retribuzione saranno definiti in base all’esperienza.

Inviare qui le candidature.

27 Dicembre 2019
Botti-di-capodanno.jpg?fit=562%2C342&ssl=1

Diversi scandiccesi riferiscono che nelle ultime ore sempre più persone hanno iniziato il rituale degli scoppi di petardi, raudi (petardi piccoli ma molto rumorosi, accendibili per sfregamento) e affini, con le ben note conseguenze in termini di disturbo della quiete pubblica e di spavento per gli animali domestici, che in alcuni casi possono anche morirne d’infarto.

Non a caso la Lav (Lega anti vivisezione) in vista di Capodanno torna a chiedere ai sindaci “di emanare un provvedimento che vieti l’utilizzo di petardi, botti e artifici pirotecnici di ogni genere su tutto il territorio comunale. A fronte di Comuni che hanno bandito i botti sono ancora tanti quelli che ancora non hanno fatto nulla per salvaguardare gli animali. “Vietare i botti è un gesto di civiltà e di responsabilità, per questo motivo chiediamo inoltre, a Governo e Parlamento, una legge nazionale di divieto”, hanno scritto sul sito i responsabili dell’associazione.

Non parliamo poi dei botti illegali, contro cui molti Comuni italiani si sono mossi già da tempo: ad esempio, per il quarto anno consecutivo, Eboli (in Campania) adotta un’ordinanza con multa fino a 500 euro contro fuochi pericolosi ed incontrollati.

La legge italiana, attraverso il decreto legislativo 123 del 2015, permette l’utilizzo dei fuochi d’artificio che non superino i 120 decibel (devono avere per legge il marchio Ce, l’unico che garantisce le caratteristiche di sicurezza e di limite di effetto sonoro), quindi non quelli che producono vere esplosioni, che sono ordigni illegali. Da questo deriva che le ordinanze che vietano qualsiasi fuoco d’artificio sono da considerasi illegittime e il prefetto può annullarle.

Ricordiamo comunque che l’utilizzo su piazze e vie pubbliche senza licenza è proibito per legge. E ricordiamo anche che un raudo che ti scoppia vicino, magari in strada mentre guidi uno scooter, può essere causa di caduta o incidente.

23 Dicembre 2019
Angeli-del-bello.jpg?fit=1200%2C900&ssl=1

La Fondazione “Angeli del Bello” ha disteso le proprie ali anche su Scandicci.

Il presidente della fondazione fiorentina, Giorgio Moretti, e il sindaco di Scandicci Sandro Fallani, stamani lunedì 23 dicembre, hanno firmato il protocollo di affiliazione del Comune alla fondazione stessa, con l’obiettivo di avviare progetti congiunti per la salvaguardia e la cura dell’ambiente cittadino e per promuovere la creazione di gruppi di volontari che si appassionino a questa missione.

Le attività che potranno svolgere i volontari sono molte e variano dalle micro pulizie di piazze, alla cura delle fioriere, fino alla piccola manutenzione di parti di alcuni giardini e alla rimozione di scritte vandaliche, “tutte azioni semplici, ma importanti per il decoro della propria città”, come dicono i promotori.

La Fondazione Angeli del Bello è nata a Firenze nel 2010 e oggi conta oltre 3mila volontari.

“Numerosi volontari hanno aderito a questo progetto già prima della firma del protocollo – ha spiegato l’assessora all’Ambiente e al decoro urbano Barbara Lombardini -, l’impegno dell’Amministrazione e dell’intera comunità adesso è quello di far crescere ulteriormente il numero di adesioni volontarie soprattutto tra i giovani”.

I volontari, a seguito della iscrizione comprensiva di assicurazione, potranno essere coordinarti in piccoli gruppi per poter collaborare con le Istituzioni in tutte quelle attività quotidiane necessarie al mantenimento del decoro della città. Alcune azioni potranno nascere spontaneamente dalla richiesta dei cittadini stessi che, vivendo il territorio, le sue frazioni, gli spazi pubblici, conoscono i punti nei quali è necessario intervenire e la Fondazione svolgerà l’azione di coordinamento necessaria.

18 Dicembre 2019
acquisti-online.jpg?fit=1200%2C723&ssl=1

Dall’esperienza acquisita nella tutela dai rischi di truffe dalla Polizia postale e delle
comunicazioni, ecco consigli pratici e suggerimenti per acquistare in rete con maggiore tranquillità.

Si tratta di consigli particolarmente utili all’avvicinarsi del Natale e del Capodanno, quando il fenomeno delle truffe sembra acutizzarsi, complice anche la ricerca di offerte a bassissimo costo sia per la corsa ai regali sia per le case vacanza.

  • Potrà sembrare banale, ma il primo passo per acquistare in sicurezza è avere sempre un buon antivirus aggiornato all’ultima versione sul proprio dispositivo informatico. Gli ultimi sistemi antivirus (gratuiti o a pagamento) danno protezione anche nella scelta degli acquisti su Internet.
  • In rete è possibile trovare ottime occasioni, ma quando un’offerta si presenta troppo conveniente rispetto all’effettivo prezzo di mercato del prodotto che si intende acquistare, allora è meglio verificare su altri siti. Potrebbe essere un falso o rivelarsi una truffa.
    Dare la preferenza a negozi online di grandi catene già note, perché oltre ad
    offrire sicurezza in termini di pagamento sono affidabili anche per quanto riguarda l’assistenza e la garanzia sul prodotto acquistato e sulla spedizione dello stesso.
    In caso di siti poco conosciuti si può controllare la presenza di certificati di sicurezza quali TRUST e VERIFIED / VeriSign Trusted che permettono di validare l’affidabilità del sito web.
  • Prima di completare l’acquisto verificare che il sito sia fornito di riferimenti quali un numero di Partiva IVA, un numero di telefono fisso, un indirizzo fisico e ulteriori dati per contattare l’azienda.
  • Leggere sempre i commenti e i feedback di altri acquirenti, perché le “voci” su un sito truffaldino circolano velocemente, online!
  • Su smartphone o tablet utilizzare le app ufficiali dei negozi online, per non
    “essere indirizzati” su siti truffaldini o siti clone che potrebbero
    catturare i dati finanziari e personali inseriti per completare l’acquisto
  • Utilizzare soprattutto carte di credito ricaricabili.
    Al momento di concludere l’acquisto, la presenza del lucchetto chiuso in fondo alla pagina o di “https” nella barra degli indirizzi sono ulteriori conferme sulla riservatezza dei dati inseriti nel sito e della presenza di un protocollo di tutela dell’utente.
  • Non cadere nella rete del phishing e/o dello smishing, ovvero nella rete di quei truffatori che attraverso mail o sms contraffatti, richiedono di
    cliccare su un link al fine di raggiungere una pagina web trappola. L’indirizzo Internet a cui tali link rimandano differisce sempre, anche se di poco, da quello
    originale.
16 Dicembre 2019
Locandina_Presepe2019Badia.jpg?fit=1200%2C1697&ssl=1

Fino al prossimo 19 gennaio è possibile visitare il presepe di Badia a Settimo, giunto alla sua 23ª edizione (feriali 17,00-18,30, sabato 15,00-19,00, domenica e festivi 10,30-12,30 e 15,00-19,00), a ingresso libero.

Protagonista il pane, inteso come nutrimento e simbolo eucaristico.

Disponibili, durante l’apertura del presepe, laboratori di disegno per bambini e
possibilità di visitare il complesso monastico (su prenotazione i giorni feriali, mentre sabato, domenica e festivi liberamente dalle 15:30). Prenotazioni: info@badiadisettimo.it o 338.20.92.853.

Inoltre è stato allestito un presepe esterno temporaneo in piazza Sibilla Aleramo.

Tra gli altri appuntamenti, anche il concerto gospel Eric Waddel & The Abudant Life Gospel Singers (vedere nostro calendario eventi) con posti limitati, per cui è consigliata la prenotazione a info@badiadisettimo.it oppure telefonando al 338. 20.92.853.

13 Dicembre 2019
Comitato-ponte.jpg?fit=351%2C249&ssl=1

Anche il sindaco di Scandicci – nonché consigliere metropolitano – Sandro Fallani parteciperà alla manifestazione prevista per oggi, venerdì 13 dicembre (condizioni meteo permettendo) organizzata dai comuni di Signa e Lastra a Signa e dal comitato popolare per chiedere il nuovo ponte sull’Arno.

L’elemento più significativo – e più impattante – della dimostrazione è la chiusura della viabilità locale dalle 16 alle 19, con prevedibili code anche a causa delle pessime condizioni del tempo.

Comunque sia: alle 16 manifesteranno insieme i cittadini del comitato Nuovo Ponte per la Piana, il comune di Lastra a Signa e quello di Signa; ritrovo davanti ai due municipi e partenza dei cortei che si congiungeranno sul ponte sull’Arno, l’unico per ora esistente, che sopporta anche 25mila transiti giornalieri.

“Quando per decenni ti senti dire che ci siamo – hanno spiegato ieri gli esponenti del comitato –, che è stata posata la prima pietra e poi non succede niente, perdi la fiducia. Smetteremo di protestare solo quando vedremo i cantieri partire”.

“Il nostro obiettivo – ha dichiarato il sindaco di Signa Giampiero Fossi – è portare in strada mille persone. Vogliamo affermare l’importanza di un nuovo ponte a servizio di tutta la Città Metropolitana e nei prossimi mesi promuoveremo altre iniziative, come un consiglio comunale straordinario aperto e congiunto fra i due Comuni”.

12 Dicembre 2019
Pista-pattinaggio.jpg?fit=1200%2C675&ssl=1

Moderna ed accogliente, la struttura di via Pantin presso cui, per un paio di mesi, si può provare anche quest’anno l’ebbrezza di pattinare sul ghiaccio.

10 Dicembre 2019
odiononhafuturo.jpg?fit=1200%2C675&ssl=1

Oltre quattrocento sindaci e amministratori di Comuni italiani si sono dati appuntamento a Milano nel pomeriggio di oggi, martedì 10 dicembre, per la manifestazione “L‘odio non ha futuro”, organizzata dall’Associazione nazionale comuni italiani Anci, da Ali, Upi e Comune di Milano “per portare la testimonianza a fianco della senatrice Liliana Segre”, presente all’iniziativa.

In rappresentanza di Scandicci l’assessora alla Legalità e alla Promozione dei diritti di cittadinanza Diye Ndiaye, assieme alla delegazione organizzata da Anci Toscana composta da oltre venti sindaci e amministratori locali, tra cui il presidente Matteo Biffoni e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

9 Dicembre 2019
Rispetto_tra_Noi_e_per_la_Terra.jpeg?fit=896%2C1280&ssl=1

Parte oggi, lunedì 9 dicembre, la Settimana dell’intercultura, che si svolgerà fino a venerdì 13 nelle diverse scuole dell’Istituto scolastico Altiero Spinelli.

Giunta alla sua ottava edizione (con il patrocinio del Comune e con la collaborazione di associazioni territoriali, nazionali e internazionali) la manifestazione quest’anno ha per tema “Il rispetto tra noi e per la Terra – InterCoScienza”: un focus tematico del percorso annuale dedicato al valore del rispetto.

“L’argomento del ponte del valore universale del rispetto sarà concretamente collegato ai testi della Costituzione Italiana (i primi 12 articoli con approfondimento degli art. 1-3) e della Dichiarazione universale dei diritti umani e, allo stesso tempo, sarà messo in relazione alla questione dell’ecologia integrale”, come spiegano i promotori. “La nuova prospettiva interculturale dell’Istituto passa dalla modalità di tipo geografico a quella valoriale al fine di far conoscere e sperimentare i valori universali della cultura dell’umanità”.

Una didattica interdisciplinare, formale ed informale, una molteplicità di approcci e punti di vista culturali, antropologici, scientifici ed etici per favorire, tra i banchi di scuola e non solo, la cultura del rispetto, dell’esperienza educativa della relazione con se stessi, con l’altro e con l’ambiente.

Gli alunni dell’Istituto, guidati dai docenti delle diverse discipline, daranno vita a parole ed immagini (biografie bilingue, racconti, poesie, diari di viaggio, articoli di giornale, carta di intenti, fumetti, fotografie, cortometraggi, spettacoli teatrali, video) attraverso percorsi creativi di arte, di lettura e di scrittura.

Gli elaborati finali selezionati saranno raccolti e pubblicati in una Rivista Interculturale di Istituto “I colori del rispetto” a cura degli alunni dell’Istituto Altiero Spinelli.


Chi siamo

Lo Studio Grafico Image dopo aver acquisito “IN SCANDICCI”, ha voluto dare la sua impronta rivoluzionando il giornale che si presenterà con una veste grafica completamente rivisitata, oltre a voler rinfrescare l’immagine e inserire maggiori contenuti all’interno del sito web coordinato. Inoltre sarà sviluppato su 16 pagine sempre in formato tabloid e suddiviso in categorie d’interesse riconoscibili dal colore che si abbinerà all’argomento trattato. I temi saranno numerosi e vari, chiaramente incentrati per la maggior parte sul territorio di Scandicci e dintorni.


CONTATTACI



Iscriviti alla Newsletter


© Copyright by Stampadaimage 2017. All rights reserved.