Categoria: Salute e benessere

19 Dicembre 2019
Natale-biscotti.jpg?fit=879%2C658&ssl=1
A cura della Dott.ssa Sara Martini, biologa nutrizionista ed erborista, con studio a Scandicci

Natale è un periodo “difficile” per chi è a dieta o per chi vorrebbe evitare di recuperare i chili persi. Come fare per non ritrovarsi più appesantiti dopo la Befana?  Non è necessario rinunciare agli inviti né sacrificare il gusto a tavola, basta qualche piccolo accorgimento.

  • Dal 23 Dicembre al 6 Gennaio scegliere 5 giorni in cui mangiare liberamente a pranzo o a cena. Non saltare l’altro pasto della giornata ma tenersi leggeri mangiando delle verdure e un frutto oppure un secondo di carne o pesce e della verdura.
  • Evitate di fare digiuni preventivi: molto spesso si crede erroneamente che fare digiuni prefestivi sia efficace. In realtà non si fa altro che arrivare troppo affamati ai  pasti e mangiare più del dovuto. Inoltre, il vostro organismo assimilerebbe di più rispetto al normale.
  • Prima di pranzi e cene abbondanti fate un piccolo spuntino, così da non arrivare troppo affamati.
  • Ricordarsi di mangiare sempre anche un po’ di verdura.
  • Cercate di non eccedere con alcolici, vino e bevande zuccherate.
  • Se i pasti vengono consumati al ristorante, cercare di prediligere cibi più salutari, evitando fritture o cibi con condimenti eccessivamente grassi (panna, burro, strutto) o carni conservate più grasse (salumi, pancetta, guanciale).
  • Cercate di mangiare delle piccole porzioni, così da poter assaggiare tutto ed evitate di fare il bis.
  • Nei giorni successivi non digiunate, ma fate dei pasti più leggeri e non dimenticatevi delle verdure.
  • Cercate di evitare di far rimanere avanzi in casa e regalateli a parenti e amici.
  • Se non si riesce a non cedere alla tentazione di mangiare panettone e pandoro, cercate di consumarli a colazione. In altri momenti, per compensare il desiderio di dolce, preferire un pezzettino di cioccolato fondente con almeno il 70% di cacao.
  • Dopo pasti abbondanti bevete una tisana al finocchio contro il gonfiore intestinale.
  • Cercate di fare delle belle passeggiate.
  • Non cadete nell’errore di pesarvi dopo le festività. L’incremento di peso può indurre sensi di colpa, depressione e farvi intraprendere diete fortemente squilibrate e ipocaloriche, dannose per il vostro metabolismo! Buone Feste!

D.ssa Sara Martini (Scandicci, tel. 338-91.12.293) – Facebook: Sara Martini 

28 Novembre 2019
17-19-36-ProteggitiColpiBassi.jpg?fit=721%2C353&ssl=1

Torna “Percorso Azzurro – Lilt for men”, la Campagna lanciata a livello nazionale dalla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori nel mese di novembre, per diffondere la cultura della prevenzione anche nell’uomo. Domani, venerdì 29 novembre, sarà possibile effettuare visite di controllo gratuite. La Lilt Firenze sarà presente in Piazza della Resistenza a Scandicci con l’unità mobile dell’Associazione e i medici che hanno aderito alla Campagna, dalle 9,30 alle 18; per prenotare una visita basta chiamare la sede Lilt allo 055.576939.

In Italia sono proprio gli uomini quelli a cui vengono diagnosticati più tumori maligni: si stima che su 371.000 nuovi casi di tumore maligno, circa 196.000 vengano diagnosticati negli uomini e in particolare quelli ai testicoli.

26 Novembre 2019
Test-salivari-hiv.png?fit=347%2C300&ssl=1

In occasione della Settimana europea del test per Hiv ed epatiti, Lila Toscana e farmacie comunali di Scandicci offrono la possibilità di effettuare test salivari a risposta rapida per hiv ed epatiti.

I test sono assolutamente anonimi, gratuiti e affidabili e a Scandicci vengono effettuati da oggi, martedì 26 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18), giovedì 28 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 4 (via Aleardi, 2) e martedì 3 dicembre nuovamente alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18) sempre dalle 17,30 alle 19,30.

L’iniziativa è organizzata da Lila Toscana con il patrocinio del Comune.

Per info: Lila Toscana lila.toscana.it 055.2479013, info@lila.toscana.it . La Testing week d’autunno 2019.

  • Il test Hiv Hcv a risposta rapida è un semplice tampone con il quale in pochi istanti si raccoglie un campione di saliva che viene fatto reagire in una provetta, fornendo una risposta in 20 minuti; il test salivare ha un periodo finestra di 3 mesi; per avere un risultato attendibile è buona norma non fumare, non mangiare e non bere nella mezz’ora precedente il test.

“La LILA aderisce a questa grande iniziativa e la promuove con questi obiettivi: rendere consapevole il maggior numero possibile di persone del proprio stato sierologico; sensibilizzare sull’importanza di diagnosi tempestive sia per la salute personale sia per la prevenzione perché le persone con HIV in trattamento efficace non trasmettono il virus; combattere il fenomeno delle diagnosi tardive e del sommerso; fare del momento del test anche un’importante occasione di prevenzione, informazione e contrasto allo stigma, fattore che inibisce l’accesso al test”.

24 Novembre 2019
Test-salivari-hiv.png?fit=347%2C300&ssl=1

In occasione della Settimana europea del test per Hiv ed epatiti, Lila Toscana e farmacie comunali di Scandicci offrono la possibilità di effettuare test salivari a risposta rapida per hiv ed epatiti.

I test sono assolutamente anonimi, gratuiti e affidabili e a Scandicci vengono effettuati martedì 26 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18), giovedì 28 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 4 (via Aleardi, 2) e martedì 3 dicembre nuovamente alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18) sempre dalle 17,30 alle 19,30.

L’iniziativa è organizzata da Lila Toscana con il patrocinio del Comune.

Per info: Lila Toscana lila.toscana.it 055.2479013, info@lila.toscana.it . La Testing week d’autunno 2019.

  • Il test Hiv Hcv a risposta rapida è un semplice tampone con il quale in pochi istanti si raccoglie un campione di saliva che viene fatto reagire in una provetta, fornendo una risposta in 20 minuti; il test salivare ha un periodo finestra di 3 mesi; per avere un risultato attendibile è buona norma non fumare, non mangiare e non bere nella mezz’ora precedente il test.

“La LILA aderisce a questa grande iniziativa e la promuove con questi obiettivi: rendere consapevole il maggior numero possibile di persone del proprio stato sierologico; sensibilizzare sull’importanza di diagnosi tempestive sia per la salute personale sia per la prevenzione perché le persone con HIV in trattamento efficace non trasmettono il virus; combattere il fenomeno delle diagnosi tardive e del sommerso; fare del momento del test anche un’importante occasione di prevenzione, informazione e contrasto allo stigma, fattore che inibisce l’accesso al test”.

13 Novembre 2019
fibra.jpg?fit=960%2C635&ssl=1
A cura della Dott.ssa Sara Martini, biologa nutrizionista ed erborista, con studio a Scandicci

Studi scientifici dimostrano come un giusto apporto quotidiano di fibra alimentare riduca il rischio di diabete, obesità, malattie cardiovascolari e tumori del colon retto.

L’ eccessivo consumo di carboidrati raffinati (es. riso brillato, farine bianche), a scapito di cereali in chicco e legumi, ha ridotto drasticamente il necessario apporto quotidiano di fibre.

La fibra alimentare non viene né digerita, né assorbita dall’organismo umano, quindi non fornisce energia e nutrienti, ma svolge una funzione meccanica con effetti secondari molto importanti di tipo funzionale e metabolico.

A livello gastrointestinale la fibra è in grado di assorbire acqua determinando un rallentamento dello svuotamento gastrico e quindi senso di sazietà che contrasta obesità e diabete. Inoltre favorisce la riduzione dei livelli ematici di grassi e zuccheri. L’incorporazione di fibra nella massa fecale determina un’accelerazione del transito intestinale con riduzione del tempo di contatto con la mucosa gastrica sia degli alimenti che delle sostanze nocive. In più conferisce morbidezza e volume alle feci aiutando il buon funzionamento intestinale.

Per avere questi benefici, la fibra andrebbe assunta solo mangiando alimenti naturalmente ricchi in fibra alimentare quali cereali integrali, legumi, frutta fresca (in particolare la buccia) e verdura, e non isolata come la crusca.

Sulla base della IV revisione dei LARN (Livelli di Assunzione Giornalieri Raccomandati di Nutrienti ed energia per la popolazione italiana) effettuata nel 2014, viene raccomandata l’ingestione di almeno 30 grammi/die di fibra negli adulti.

Studi dimostrano come la somministrazione di 35 gr di fibra al giorno in popolazioni che ne sono carenti, potrebbe ridurre del 40% il rischio di sviluppare tumore colonrettale.

COME RICONOSCERE UN “VERO” INTEGRALE?

Il consumo di cereali integrali comporta un rallentamento del rilascio nel sangue degli zuccheri: in questo modo non si hanno picchi glicemici e viene prodotta meno insulina. Inoltre danno un maggior apporto di proteine, fibra, sali minerali, vitamine e grassi polinsaturi.

Spesso i prodotti che troviamo in commercio sono di “tipo integrale” e quindi con una bassa percentuale di farina integrale, oppure riportano la dicitura “integrale” anche se sono ottenuti da farina bianca raffinata con aggiunta di crusca, che è diversa dalla vera farina integrale, in quanto priva del germe che contiene vitamine e acidi grassi polinsaturi.

Un alimento integrale di qualità dovrebbe essere biologico (in quanto i pesticidi si accumulano nella cuticola) ed avere un elevato quantitativo di fibre.

Per chi non è abituato ad un consumo elevato di fibra, è consigliabile un apporto graduale per evitare i possibili effetti collaterali (es. diarrea, coliche addominali); è inoltre importante anche associarci un buon apporto di acqua.

NON TUTTE LE FIBRE SONO UGUALI: l’apporto di fibra alimentare o sotto forma di integratori va comunque valutato caso per caso e scelto in base al tipo di fibra, per non peggiorare stati infiammatori preesistenti dell’intestino o sindromi da colon irritabile o altre patologie/disturbi intestinali.

D.ssa Sara Martini (Scandicci, tel. 338-91.12.293) – Facebook: Sara Martini 

6 Novembre 2019
Laser-terapia.jpg?fit=522%2C280&ssl=1

Sempre più scandiccesi, parallelamente agli altri residenti nell’area metropolitana fiorentina, per il trattamento di particolari patologie si sottopongono a tecniche fino a pochi anni fa considerate avveniristiche, ma che ormai stanno prendendo piede in molti ambiti della medicina: parliamo dell’utilizzo del laser e dei biofotoni.

Le applicazioni – effettuate in strutture facilmente raggiungibili da Scandicci, in primis l’ospedale San Giovanni di Dio a Torregalli – vanno dalla chirurgia odontoiatrica, al campo ortopedico e fisioterapico come il trattamento dei traumi o lesioni sportive fino ai molteplici impieghi nella medicina rigenerativa ed in quella estetica e in particolare nella cura di malattie della pelle.

Il punto della situazione sulle novità in questo settore della medicina verrà fatto da domani, giovedì 7 novembre, all’auditorium di Sant’Apollonia in via San Gallo a Firenze, durante “Laser Florence 2019 – Congresso mondiale dell’Accademia Internazionale di Medicina e Chirurgia Laser”, in programma fino al 9 novembre.

Si tratta di un congresso con cadenza biennale e che quest’anno giunge alla trentesima edizione in coincidenza con il 500 ° anniversario della morte di Leonardo Da Vinci.

Esperti di tutto il mondo, medici, chirurghi, fisioterapisti, fisici, ingegneri, biologi, si incontrano per confrontarsi ed esporre i risultati delle loro ricerche.

Molti i partecipanti che anche quest’anno arrivano da istituzioni e università internazionali. Dall’Italia: il Prof Carlo Fornaini dell’Università di Parma illustrerà i principali vantaggi dell’impiego del laser in ambito odontoiatrico, la Prof. Isabelle Fini Storchi dall’Università di Genova parlerà del trattamento laser mini-invasivo dei pazienti con problemi di russamento, apnea e cattiva qualità del sonno. Il Prof. Leonardo Longo ed i suoi collaboratori saranno relatori di una serie di studi sull’applicazione della laser terapia su pazienti affetti da lesioni spinali traumatiche; il Prof. Guido Bastianelli presenterà i risultati incoraggianti dell’applicazione del laser non chirurgico nei pazienti affetti da rinite allergica, sempre da Firenze il Prof. Torello Lotti esporrà i nuovi protocolli nella cura della vitiligine con un particolare tipo di tecnologia laser. Dall’università di Pisa il Prof. Francesco Parra si concentrerà sulla prevenzione e il trattamento degli infortuni sportivi. Dall’estero: i ricercatori francesi Magali Bonnans, Audrey Lamestr e Michele Pelletier focalizzeranno l’attenzione sugli effetti benefici dell’uso della luce LED per contrastare le malattie della pelle come acne, psoriasi o dermatite atopica. Dall’Università di Barcellona Gustavo H. Leibaschoff riferirà sulle procedure ottimali e meno invasive per un ringiovanimento degli organi genitali femminili. Dal Canada il dott. Gerry Ross sosterrà gli effetti antidolorifici delle terapie laser che riescono così a diminuire drasticamente il ricorso a oppioidi da prescrizione.

Il Congresso organizzato dall’International Academy for Laser in Medicine and Surgery(I.A.L.M.S.), è patrocinato tra gli altri da Comune di Firenze, Ordine dei Medici e Odontoiatri di Firenze, Ministero della Salute, Unione Europea Medici Specialisti, WFSLMS – Federazione Mondiale delle Societa’ Scientifiche di Laser Medicina e Chirurgia, SIME (Società italiana di Medicina estetica) e si inserisce nel programma di formazione medica continua dei diversi Paesi, tra cui Italia, Europa e Americhe.

Info: http://www.laserflorence.eu

18 Ottobre 2019
Lions_in_piazza.jpg?fit=826%2C1169&ssl=1

Attività gratuite di screening e di informazione sanitaria a favore dei cittadini di Scandicci: questo è “Lions in piazza”, l’iniziativa organizzata dal Lions Club Firenze Scandicci in collaborazione con la Croce Rossa Italiana Comitato di Scandicci, Lilium, e con il patrocinio del Comune di Scandicci, in programma domenica prossima 20 ottobre dalle 10 alle 13 e dalle 14,30 alle 18 in piazza Resistenza.

Nell’occasione medici, specialisti e volontari effettueranno i seguenti esami (le visite più delicate saranno effettuate in struttura privata): controllo udito, ecografia collo e tiroide, prevenzione ictus, ecografia addome con screening nefrologico, senologia, controlli ginecologici e pap-test, glaucoma, melanoma, bioterapia nutrizionale, diabete, misurazione della pressione arteriosa, esame del cavo orale, check up dei piedi e screening reumatologico.

Alle 15 si terrà la conferenza “Sicurezza delle cure: rischi ed opportunità”, con Federico Gelli (relatore della legge 24/2017), Vincenzo Lucchetti (Presidente Fondazione Caritas di Firenze) e Chiara Azzari (Università di Firenze e Ospedale Meyer).

7 Ottobre 2019
ANT.png?fit=594%2C255&ssl=1

Nell’ambito delle iniziative di ottobre organizzate dalla Fondazione ANT, in questi giorni vengono effettuate a Scandicci visite gratuite di prevenzione oncologica.

Dopo la seconda giornata dedicata al Progetto Melanoma di giovedì prossimo 10 ottobre presso gli ambulatori della Farmacia Comunale 8 di via della Pace Mondiale 86, il 14 ottobre sarà invece la volta del Progetto Mammella, dedicato alle donne sotto i 45 anni. Per prenotarsi per Progetto Mammella occorre telefonare fino all’11 ottobre al numero 349.06.93.571 dalle 9,30 alle 13, esclusi weekend e fino ad esaurimento posti.

“Il carcinoma della mammella è il tumore più frequente della popolazione femminile nelle donne tra i 35 e i 75 anni”, spiegano i promotori dell’iniziativa, “le neoplasie mammarie, eccezionali sotto i 20 anni, rare tra i 20 e i 29 anni, divengono più frequenti dopo i 30 anni e raggiungono la massima incidenza tra i 45 e i 60 anni, mostrando un aumento relativo con il progredire dell’età. La diagnosi precoce è una potente arma di prevenzione secondaria di questo tumore, che ogni donna dovrebbe eseguire periodicamente, effettuando l’autopalpazione, sottoponendosi a visita senologica e ad indagini strumentali a seconda dell’età e delle indicazioni mediche”.

Per saperne di più sulle attività di Fondazione ANT a Firenze e in Toscana, è possibile chiamare la sede di Firenze al n. 055.5000210, per conoscere il calendario completo con tutte le giornate di prevenzione Ant in Toscana è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana.

5 Ottobre 2019
IMG_20191005_224741.jpg?fit=1200%2C809&ssl=1

Lezione di yoga iyengar in piazza della Resistenza, una disciplina che rafforza l’equilibrio psico-fisico.

Video di Luca Campostrini 

24 Settembre 2019
MELANOMA_SCANDICCI_03-10_10_2019.jpg?fit=1200%2C848&ssl=1

Nel mese di ottobre Fondazione Ant organizza altre visite gratuite di prevenzione oncologica a favore dei cittadini residenti a Scandicci.

Si comincia con due giornate di Progetto Melanoma, 60 visite dermatologiche gratuite per la diagnosi precoce dei tumori della cute, che si terranno il 3 ottobre negli studi medici della farmacia comunale 2 in via Giotto 65/b e il 10 ottobre presso gli ambulatori della farmacia comunale 8, in via della Pace Mondiale, 86.

Il 14 ottobre sarà invece la volta del Progetto Mammella dedicato alle donne sotto i 45 anni, con 16 visite, un’iniziativa che Ant porta per la prima volta a Scandicci.

Per prenotarsi per Progetto Melanoma occorre telefonare da domani, 25 settembre, fino al 1 ottobre; per Progetto Mammella invece dal 4 all’11 ottobre; il numero da chiamare è sempre il 349.06.93.571, solo dalle 9,30 alle 13, esclusi week-end e fino ad esaurimento posti.

“Il carcinoma della mammella è il tumore più frequente della popolazione femminile nelle donne tra i 35 e i 75 anni”, spiegano i promotori dell’iniziativa, “le neoplasie mammarie, eccezionali sotto i 20 anni, rare tra i 20 e i 29 anni, divengono più frequenti dopo i 30 anni e raggiungono la massima incidenza tra i 45 e i 60 anni, mostrando un aumento relativo con il progredire dell’età. La diagnosi precoce è una potente arma di prevenzione secondaria di questo tumore, che ogni donna dovrebbe eseguire periodicamente, effettuando l’autopalpazione, sottoponendosi a visita senologica e ad indagini strumentali a seconda dell’età e delle indicazioni mediche. Anche a ottobre le visite sono state rese possibili dalla collaborazione e dal sostegno economico di Farmanet Farmacie Comunali di Scandicci e del Comune di Scandicci”.

Per saperne di più sulle attività di Fondazione ANT a Firenze e in Toscana, è possibile chiamare la sede di Firenze al n. 055.5000210, per conoscere il calendario completo con tutte le giornate di prevenzione Ant in Toscana è possibile visitare la sezione Prevenzione del sito ant.it/toscana.


Chi siamo

Lo Studio Grafico Image dopo aver acquisito “IN SCANDICCI”, ha voluto dare la sua impronta rivoluzionando il giornale che si presenterà con una veste grafica completamente rivisitata, oltre a voler rinfrescare l’immagine e inserire maggiori contenuti all’interno del sito web coordinato. Inoltre sarà sviluppato su 16 pagine sempre in formato tabloid e suddiviso in categorie d’interesse riconoscibili dal colore che si abbinerà all’argomento trattato. I temi saranno numerosi e vari, chiaramente incentrati per la maggior parte sul territorio di Scandicci e dintorni.


CONTATTACI



Iscriviti alla Newsletter


© Copyright by Stampadaimage 2017. All rights reserved.