Categoria: Sociale

22 Gennaio 2020
Libera-2020.jpg?fit=463%2C594&ssl=1

Il ciclo di iniziative per l’educazione alla legalità organizzato da comune di Scandicci, Libera, associazioni del Social Party, podistica Il Ponte, scuole cittadine e comitati dei genitori, è a pieno regime con la consegna dei coupon dell’iniziativa “Vitamine per la scuola”.

Giunta quest’anno alla nona edizione, l’iniziativa, ricordiamolo, è finalizzata all’acquisto solidale di arance biologiche coltivate in Sicilia dalla cooperativa Beppe Montana nei terreni confiscati alle mafie.

Le arance possono essere ordinate tramite coupon (qui è possibile scaricarlo e che deve essere compilato con i dati richiesti e il quantitativo di arance desiderato e consegnato, insieme all’importo dovuto, ai genitori o ai ragazzi rappresentanti della propria classe) fino a lunedì 27 gennaio.

Studenti, genitori, personale delle scuole e tutti i cittadini possono acquistare una o più confezioni di arance, disponibili in retine da 3 kg al prezzo di 5,50 euro (di cui 1,40 devoluti alla scuola) e in cassette da 7 kg al prezzo di 12 euro (di cui 3 devoluti alla scuola); le arance in vendita sono di qualità tarocco e moro.

I beneficiari della raccolta fondi saranno l’istituto Russell Newton, l’istituto Sassetti-Peruzzi e i Comitati genitori dei tre comprensivi per finanziare le attività progettuali delle scuole.

I cittadini potranno inoltre recarsi sabato 8 febbraio dalle 10 alle 12 allo stand del mercato in piazza Togliatti a Scandicci, oppure direttamente al Villaggio della Legalità in piazza Resistenza sabato 15 febbraio dalle 10 alle 13.

Le arance saranno tutte consegnate sabato 15 febbraio 2020 presso “Il villaggio della legalità” che sarà allestito in piazzale della Resistenza a Scandicci (fermata tramvia Resistenza) dalle 10 alle 13 (eccetto gli ordini delle scuole superiori, che seguono diversa modalità di consegna).

La Cooperativa sociale Beppe Montana dalla quale provengono le arance è stata fondata il 23 giugno 2010 e gestisce circa 90 ettari di terreni agricoli, coltivati prevalentemente ad agrumeti, provenienti da confische nei comuni di Lentini (appartenuti al clan Nardo), di Belpasso e Ramacca (appartenuti al clan Riela); il metodo di coltivazione è biologico e le produzioni sono artigianali.

13 Gennaio 2020
11-41-56-arance2016.png?fit=150%2C84&ssl=1

Domani, martedì 14 gennaio alle 17:30,  presso la sala consiliare Orazio Barbieri del Comune (piazza Resistenza) è in programma la prima tappa del progetto di promozione della legalità Libera la Tua Terra.

Giunta alla sua nona edizione, l’iniziativa prevede un incontro pubblico a cui parteciperanno le famiglie e i ragazzi che lo scorso anno hanno effettuato lo scambio con i coetanei di Lentini (Siracusa), le scuole e l’associazione Libera Scandicci.

Saranno presenti il sindaco Sandro Fallani e l’assessora alla Pubblica istruzione Ivana Palomba.

Punti cardine dell’evento, i racconti delle esperienze nei terreni confiscati alle mafie e la distribuzione dei coupon per la prenotazione delle arance della legalità, nell’ambito dell’iniziativa Vitamine per la scuola.

16 Dicembre 2019
humanitaseprolocoperaccumuli.jpg?fit=1200%2C900&ssl=1

Domani, martedì 17 dicembre, le due pro loco della Piana di Settimo e delle Colline di Scandicci, assieme all’Humanitas, raggiungeranno il comune laziale di Accumuli (Rieti) per consegnare gli arredi di tre centri di socializzazione per la cittadinanza, allestiti in altrettante frazioni del territorio colpito – lo si ricorderà – da un fortissimo terremoto di magnitudo 6.0 nell’agosto del 2016.

Saranno consegnate settanta sedie, quattordici tavoli e nove librerie, trasportate con due mezzi di protezione civile dell’associazione di volontariato Humanitas Scandicci.

Gli arredi sono stati acquistati con i proventi della Festa del Lampredotto organizzata dalle due pro loco in collaborazione con Frama e della cena 2019 del Social Party di Scandicci.

10 Dicembre 2019
odiononhafuturo.jpg?fit=1200%2C675&ssl=1

Oltre quattrocento sindaci e amministratori di Comuni italiani si sono dati appuntamento a Milano nel pomeriggio di oggi, martedì 10 dicembre, per la manifestazione “L‘odio non ha futuro”, organizzata dall’Associazione nazionale comuni italiani Anci, da Ali, Upi e Comune di Milano “per portare la testimonianza a fianco della senatrice Liliana Segre”, presente all’iniziativa.

In rappresentanza di Scandicci l’assessora alla Legalità e alla Promozione dei diritti di cittadinanza Diye Ndiaye, assieme alla delegazione organizzata da Anci Toscana composta da oltre venti sindaci e amministratori locali, tra cui il presidente Matteo Biffoni e il sindaco di Firenze Dario Nardella.

8 Dicembre 2019
Botteghe-2.jpg?fit=1200%2C1698&ssl=1

Ieri, sabato 7 dicembre alle ore 17, le Botteghe di San Bartolo, il Cna e l’Humanitas di Scandicci hanno presentato “Il primo Natale solidale per Scandicci”.

L’iniziativa si è svolta al bar CM da Robertino, in via di san Bartolo in Tuto ed è nata per una raccolta fondi da destinare ad Habibi, un progetto per il sostegno all’abitazione responsabile nato grazie alla partnership tra l’Agenzia immobiliare B&B e l’Humanitas Scandicci per contrastare l’emergenza abitativa sul territorio.

Il progetto prevede la locazione di appartamenti individuati sul libero mercato e ritenuti idonei ad ospitare i beneficiari del progetto appositamente selezionati. Il tutto, grazie a un fondo costituito con risorse interne messe a disposizione dalla Pubblica Assistenza e da Immobiliare B&B.

Commercianti del quartiere e imprese del territorio, uniti per una bella causa, hanno messo a disposizione i loro prodotti a costi scontati ed esposti presso le Botteghe di San Bartolo, in modo da poter essere prenotate e ritirate presso Melina fascino d’Oriente.

Il prossimo appuntamento sarà sabato prossimo 14 dicembre con il mercatino di Natale, insieme all’Humanitas di Scandicci.

5 Dicembre 2019
Anpas.jpg?fit=936%2C702&ssl=1

Scandicci è una realtà caratterizzata, fra l’altro, da uno spesso tessuto associazionistico, da cui deriva una spiccata propensione al volontariato.

Oggi, giovedì 5 dicembre, si celebra la 34ª Giornata internazionale del volontariato indetta dall’Onu e sono significativi i messaggi espressi, nell’occasione, da enti profondamente coinvolti nella dimensione del volontariato stesso.

Fra questi, Humanitas Scandicci, che mette in rilievo la missione delle pubbliche assistenze (raccolte in Italia sotto l’associazione nazionale Anpas).

“Essere volontaria/o di una pubblica assistenza Anpas – scrive l’associazione – vuol dire impegnarsi ogni giorno per l’uguaglianza, la libertà, la fraternità, la gratuità, la solidarietà, la mutualità e la democrazia, impegnarsi per i diritti umani e civili sanciti dalla Costituzione Italiana e dei diritti universalmente riconosciuti dell’essere umano”.

In particolare, il presidente di Anpas, Fabrizio Pregliasco, ricorda quanto sia fondamentale “rilanciare l’importanza del volontariato, in tutti gli ambiti. Ancora più importante è, come Anpas, sottolineare il volontariato strutturato storico, che ogni giorno garantisce servizi così come anche nelle emergenze. Anche alla luce delle tante riforme che si stanno avvicendando nel nostro paese, è necessario rilanciare l’importanza di questo capitale sociale che va garantito e di cui si deve parlare sempre”.

2 Dicembre 2019
Ambulatorio.jpg?fit=694%2C478&ssl=1

Da oggi, lunedì 2 dicembre, è entrata in servizio la dottoressa Beatrice Vannucci, che ha competenza, fra le altre località, anche per le due frazioni di San Vincenzo a Torri e San Michele a Torri.

Ma in un primo periodo la professionista farà servizio esclusivamente presso l’ambulatorio gestito da Humanitas nei locali adiacenti alla parrocchia di San Vincenzo a Torri; solo in un secondo momento, quando sarà disponibile un ambulatorio, presterà servizio anche a San Michele a Torri. Per i pazienti di San Michele sarà “attivato un servizio di navetta per il trasporto all’ambulatorio di San Vincenzo a carico di Humanitas – ha detto l’assessore alle Politiche sociosanitarie Andrea Franceschi –; dopo un primo periodo verificheremo l’utilizzo della navetta da parte della cittadinanza, per valutare ed eventualmente calibrare il servizio in base alle reali esigenze della frazione”.

Ma il comitato San Michele a Torri, proprio non ci sta.

“In passato anche l’ex assessora Elena Capitani aveva organizzato questo servizio navetta, che però non venne utilizzato dalla popolazione – dichiara il presidente del comitato, Massimo Grassi -. La popolazione di San Michele, ora come allora, boicotterà questo servizio. Comportamento deplorevole, certo, ma vi chiedo di non criticare i cittadini di San Michele. Il motivo è che se venisse utilizzata la navetta, questa prolungherebbe la riapertura dell’ambulatorio nel tempo se non addirittura annullandola. San Michele non vuole morire e non ci sta – prosegue Grassi -. In passato siamo riusciti a far riaprire la chiesa ingiustamente chiusa, ci siamo rimboccati le maniche ripulendola e facendo noi tutto il necessario: come abbiamo fatto per la chiesa, saremmo pronti anche per l’ambulatorio, se ci venisse chiesto. A San Michele non ci sono molte occasioni per socializzare: in pratica i principali momenti di socializzazione per la popolazione, specie quella anziana, erano nella sala di attesa dell’ambulatorio e nella visita al cimitero. L’ambulatorio, servizio primario per i piccoli paesi come San Michele, svolge anche funzione di aggregazione e socializzazione”.

Il comitato lancia quindi un invito alla dottoressa Vannucci, all’assessore Franceschi e a tutte le forze politiche “che hanno veramente a cuore le colline – fa sapere il presidente – ad un incontro pubblico, cosi che la dottoressa può presentarsi alla popolazione e l’assessore anticipare quello che sarà il nuovo ambulatorio e che servizi potrà garantire. Ringrazio fin da ora l’Humanitas per la disponibilità, ma chiedo loro di non sprecare risorse per organizzare la navetta, in quanto non verrà utilizzata dalla popolazione. San Michele chiede rapidità al Comune nel ripristino del servizio ambulatoriale. La vicenda del cimitero, è inutile nasconderlo, ha creato una enorme frattura tra la popolazione e l’Amministrazione comunale – conclude Grassi -: la riapertura dell’ambulatorio, oltre a ridare un servizio primario che concorrerà a non far morire il paese, sancirà finalmente la pace tra il paese e gli amministratori”.

26 Novembre 2019
Mario-Miranda-guardia-giurata.jpg?fit=542%2C537&ssl=1

Oggi, mercoledì 27 novembre alle 18:30, presso la parrocchia Gesù Buon Pastore di Casellina sarà inaugurata una pedana per disabili.

All’evento presenzierà il cardinale Giuseppe Betori, peraltro impegnato in questi mesi nella visita pastorale alla città.

La nuova pedana è intitolata alla memoria di Mario Miranda, la guardia giurata che perse la vita a 46 anni nel marzo del 2015; molto conosciuto a Scandicci, dove viveva con la famiglia e dove era impegnato anche in ambito sportivo – era stato allenatore di calcio nel Casellina -, Miranda morì in un incidente stradale nella zona di Poggio Imperiale a Firenze. C’era traffico, una 500 in coda fa una criminale inversione ad U e colpisce il 46enne che stava sopraggiungendo in moto.

L’appuntamento è organizzato da Roberto Innocenti, anch’egli professionista della sicurezza e grande amico nonché collega di Miranda; sono invitati fra gli altri i comandanti dei carabinieri di Scandicci e di Badia a Settimo.

26 Novembre 2019
Test-salivari-hiv.png?fit=347%2C300&ssl=1

In occasione della Settimana europea del test per Hiv ed epatiti, Lila Toscana e farmacie comunali di Scandicci offrono la possibilità di effettuare test salivari a risposta rapida per hiv ed epatiti.

I test sono assolutamente anonimi, gratuiti e affidabili e a Scandicci vengono effettuati da oggi, martedì 26 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18), giovedì 28 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 4 (via Aleardi, 2) e martedì 3 dicembre nuovamente alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18) sempre dalle 17,30 alle 19,30.

L’iniziativa è organizzata da Lila Toscana con il patrocinio del Comune.

Per info: Lila Toscana lila.toscana.it 055.2479013, info@lila.toscana.it . La Testing week d’autunno 2019.

  • Il test Hiv Hcv a risposta rapida è un semplice tampone con il quale in pochi istanti si raccoglie un campione di saliva che viene fatto reagire in una provetta, fornendo una risposta in 20 minuti; il test salivare ha un periodo finestra di 3 mesi; per avere un risultato attendibile è buona norma non fumare, non mangiare e non bere nella mezz’ora precedente il test.

“La LILA aderisce a questa grande iniziativa e la promuove con questi obiettivi: rendere consapevole il maggior numero possibile di persone del proprio stato sierologico; sensibilizzare sull’importanza di diagnosi tempestive sia per la salute personale sia per la prevenzione perché le persone con HIV in trattamento efficace non trasmettono il virus; combattere il fenomeno delle diagnosi tardive e del sommerso; fare del momento del test anche un’importante occasione di prevenzione, informazione e contrasto allo stigma, fattore che inibisce l’accesso al test”.

24 Novembre 2019
Test-salivari-hiv.png?fit=347%2C300&ssl=1

In occasione della Settimana europea del test per Hiv ed epatiti, Lila Toscana e farmacie comunali di Scandicci offrono la possibilità di effettuare test salivari a risposta rapida per hiv ed epatiti.

I test sono assolutamente anonimi, gratuiti e affidabili e a Scandicci vengono effettuati martedì 26 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18), giovedì 28 novembre dalle 17,30 alle 19,30 alla Farmacia Comunale 4 (via Aleardi, 2) e martedì 3 dicembre nuovamente alla Farmacia Comunale 7 (via Monti 18) sempre dalle 17,30 alle 19,30.

L’iniziativa è organizzata da Lila Toscana con il patrocinio del Comune.

Per info: Lila Toscana lila.toscana.it 055.2479013, info@lila.toscana.it . La Testing week d’autunno 2019.

  • Il test Hiv Hcv a risposta rapida è un semplice tampone con il quale in pochi istanti si raccoglie un campione di saliva che viene fatto reagire in una provetta, fornendo una risposta in 20 minuti; il test salivare ha un periodo finestra di 3 mesi; per avere un risultato attendibile è buona norma non fumare, non mangiare e non bere nella mezz’ora precedente il test.

“La LILA aderisce a questa grande iniziativa e la promuove con questi obiettivi: rendere consapevole il maggior numero possibile di persone del proprio stato sierologico; sensibilizzare sull’importanza di diagnosi tempestive sia per la salute personale sia per la prevenzione perché le persone con HIV in trattamento efficace non trasmettono il virus; combattere il fenomeno delle diagnosi tardive e del sommerso; fare del momento del test anche un’importante occasione di prevenzione, informazione e contrasto allo stigma, fattore che inibisce l’accesso al test”.


Chi siamo

Lo Studio Grafico Image dopo aver acquisito “IN SCANDICCI”, ha voluto dare la sua impronta rivoluzionando il giornale che si presenterà con una veste grafica completamente rivisitata, oltre a voler rinfrescare l’immagine e inserire maggiori contenuti all’interno del sito web coordinato. Inoltre sarà sviluppato su 16 pagine sempre in formato tabloid e suddiviso in categorie d’interesse riconoscibili dal colore che si abbinerà all’argomento trattato. I temi saranno numerosi e vari, chiaramente incentrati per la maggior parte sul territorio di Scandicci e dintorni.


CONTATTACI



Iscriviti alla Newsletter


© Copyright by Stampadaimage 2017. All rights reserved.