Crisi della pelletteria: intervista ad Andrea Calistri, titolare dell’azienda scandiccese Sapaf Atelier 1954

23 Luglio 20203min6119
Pelletteria

Il settore della pelletteria non fa eccezione, in quanto a fiori all’occhiello della produzione italiana fortemente penalizzati dalla pandemia in corso. Nel primo trimestre 2020 le imprese del comparto hanno subito un drastico calo del fatturato, pari mediamente al 37%, con gli ordinativi che si sono invece ridotti di circa il 45%.

Scandicci, si sa, ha nel settore della pelletteria – legato quindi alla moda e al lusso – uno dei punti di forza del proprio sviluppo economico ed è dunque particolarmente interessata agli scenari prossimi venturi del comparto.

Stamani, giovedì 23 luglio, si è tenuto in Palazzo Vecchio a Firenze un convegno di rilevanza nazionale organizzato da Assopellettieri per fare il punto della situazione, “Gli stati generali della pelletteria italiana”: un momento di confronto tra tutti i soggetti del segmento pelletteria per far comprendere alle imprese che ‘fare sistema’ costituisce, oggi, un valore imprescindibile. Oltre ai relatori collegati via internet, erano presenti in sala, fra gli altri, la vicesindaca di Firenze Cristina Giachi e il presidente del consiglio regionale Eugenio Giani.

È stata scelta Firenze come sede di questo appuntamento per il suo valore simbolico, dato che la Toscana rappresenta uno dei distretti produttivi più importanti del mondo della pelletteria: il 60% della produzione italiana del settore proviene dalla nostra regione.
Nel corso dell’incontro sono state discusse proposte e soluzioni per cercare di aiutare le aziende, nella convinzione che il futuro del settore si giochi su cinque pilastri fondamentali: aggregazione, digitalizzazione, internazionalizzazione, sostenibilità e credito & finanza. Per accompagnare gli imprenditori in questa delicata fase, Assopellettieri si pone come anello di congiunzione tra le imprese e gli interlocutori istituzionali, dalle realtà più grandi a quelle più piccole.

Abbiamo sentito il vicepresidente nazionale dell’associazione – nonché titolare dell’azienda scandiccese di borse e accessori Sapaf Atelier 1954 – Andrea Calistri, che ha esordito confermando quanto in questo momento la pelletteria sia “all’angolo”:

Di Luca Campostrini


Iscriviti alla Newsletter