Crisi Giga di Scandicci: sospesi per un mese i licenziamenti

14 Ottobre 20212min88
Varie 1

Lascia aperto uno spiraglio di speranza l’esito della riunione (nella foto, da cgilfirenze.it) tenutasi ieri presso l’unità di crisi in Regione (presenti fra gli altri, per Scandicci, il vicesindaco Giorgi e l’assessore Franceschi) per capire che piega può prendere la vicenda della Giga Grandi Cucine: la proprietà è infatti disponibile ad aprire una discussione per un eventuale cambio di proprietà, senza impatti su territorio e occupazione, pur avendo ribadito di essere in ogni caso intenzionata ad andare avanti nella procedura di liquidazione dell’azienda. Nel frattempo, per trenta giorni, la mannaia dei licenziamenti non calerà.

Secondo la Fiom si tratta comunque di un passo importante, dato che “la trattativa prende un’altra direzione e nel frattempo i lavoratori saranno a stipendio pieno”.

Oggi, intanto, alle 15:30 è in programma un’assemblea coi lavoratori davanti ai cancelli della fabbrica di via Pisana.

“Il nostro obiettivo è sempre stato quello della salvaguardia del sito produttivo e dell’occupazione – commenta il consigliere per lavoro e crisi aziendali del presidente della Regione Giani, Valerio Fabiani –. La disponibilità conquistata dall’azienda ad aprire una discussione consentirà di avviare un percorso finalizzato ad un cambio di proprietà, senza dunque che il passaggio impatti sui lavoratori e il territorio. L’accordo raggiunto oggi è dunque importante”.

 


Iscriviti alla Newsletter