Da oggi attivo il Laboratorio di creatività urbana – Ginger Zone

14 Ottobre 20214min85
Ginger Zone nuovo

È stato inaugurato stamani in piazza Togliatti a Scandicci (ingresso libero per tutto il giorno con obbligo di Green pass) il Laboratorio di creatività urbana del Ginger Zone: artisti, ospiti, laboratori, una mostra fotografica ma anche un’asta di beneficenza. Tutto accompagnato dalla musica e dall’intrattenimento a cura di CaT, Centro Di Animazione Triccheballacche. Dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 20.00 laboratori ed eventi che coinvolgono giovani, minori stranieri, artisti, la comunità e il comune di Scandicci.

Nel pomeriggio, dalle ore 15.00, sarà avviato il laboratorio di falegnameria a cura di Progetto Mo.Mo, seguito alle 16.30 da un live painting con MONOGRAFF. Sempre nel pomeriggio, dalle 16.00-17.00, con MONOGRAFF e COLLA ci sarà la stampa di t-shirt e felpe personalizzate insieme a  musica e intrattenimento con Urban Chill Out a cura di CAT.

Alle 18.30 presentazione dello spazio e delle attività e asta di beneficenza dei lavori prodotti nel corso del live painting con MONOGRAFF e il cui ricavato sarà devoluto ai progetti dello Ginger zone.

Nei locali del Ginger Zone la mostra fotografica “Al Museo” a cura dell’Associazione Il Prisma e la Ciclofficina con i ragazzi minori stranieri non accompagnati a cui seguirà la vendita di alcune biciclette.

Il nuovo “servizio” del Ginger si propone come uno spazio di ricerca attiva e creativa per la realizzazione di attività legate all’economia circolare e all’innovazione tecnologica. Nell’ambito del progetto “Inclusive Zone”, rivolto ai minori stranieri non accompagnati, realizzato da COSPE e finanziato dal programma “Never Alone – per un domani possibile”, al Ginger si realizzano infatti corsi professionalizzanti e laboratori artistici che offrono possibilità di stage formativi e tirocini, in collaborazione con associazioni che operano nel comune di Scandicci.

“Ginger è un hub  – dice Gianni Gravina responsabile delle attività del Ginger Zone per COSPE – per l’elaborazione e la realizzazione di iniziative sociali, culturali e di avviamento al lavoro che vuole coinvolgere quella parte della società civile e produttiva già attenta ai temi dell’accoglienza e dell’inclusione e, allo stesso tempo, sollecitare e promuovere il coinvolgimento di tutti gli attori sociali ed economici del territorio. Per far sì che il patrimonio di competenze, risorse, capitale umano e sociale rappresentato dai giovani e le potenzialità del territorio si incontrino verso lo sviluppo e la crescita reciproca”.

Al momento per favorire gli inserimenti lavorativi il Ginger Zone ha attive la ciclofficina e la stamperia sociale. Il primo è un laboratorio di manutenzione, riparazione e realizzazione biciclette che nasce anche come spazio di socialità per promuovere l’uso della bicicletta, la cultura dei pedali e l’integrazione. Grazie alla stamperia realizziamo banner, vetrofanie e stampa su magliette grazie ai giovani protagonisti beneficiari dei progetti di inserimento lavorativo.

“Al Ginger vengono messe in atto politiche attive di inclusione sociale e di accoglienza per i giovani di tutte le provenienze, senza alcuna distinzione – dice l’assessore alle Politiche sociali e allo Sviluppo economico Andrea Franceschi – fin da subito è stata messa al centro la cultura del lavoro, con laboratori artigianali che concretizzano e danno vita a idee nuove: al Ginger la creatività urbana non è un semplice slogan. Grazie alla sensibilità dei gestori, degli esercenti locali e dei cittadini, in questi primi mesi di presenza è nato anche un buon rapporto con il tessuto sociale, economico e sociale della zona attorno a piazza Togliatti”.


Iscriviti alla Newsletter