Dal 2022 a Scandicci solo lampioni a led ed energia solo da fonti rinnovabili

23 Novembre 20212min114
luc led lampion acciaiolo

Dal prossimo 1° gennaio 2022 tutta l’energia elettrica per i 6703 lampioni di Scandicci avrà origine da fonti rinnovabili e mese dopo mese la quasi totalità dei punti luce sul territorio comunale avrà lampade a led.

Sono queste le due principali novità a Scandicci a seguito della nuova aggiudicazione del servizio di illuminazione a Hera Luce, che gestirà gli impianti per nove anni, a seguito dell’adesione dell’Amministrazione Comunale alla convenzione Consip per la gestione del “Servizio luce 4”.

“L’utilizzo di luce a led porterà anche ad un miglioramento del comfort visivo in città nelle ore serali e notturne”, ha detto il vicesindaco e assessore alle Opere pubbliche Andrea Giorgi.

Il risparmio energetico ottenuto dalla sostituzione delle lampade con led e dalla riqualificazione complessiva degli impianti sarà quindi condiviso tra il nuovo gestore e l’Amministrazione Comunale: se nel primo anno il Comune pagherà l’intero canone di 928.309 euro, infatti, già a partire dal secondo anno saranno applicate riduzioni del 5%, a seguire del 10%, 15%, 20%, mentre nei quattro anni finali di gestione, dal sesto al nono, la riduzione sarà pari al 25%, con il canone annuo a carico del Comune che scenderà a 751.140 euro.

Gli interventi di miglioramento degli impianti già fissati dal nuovo contratto sono i seguenti, oltre alla sostituzione delle lampade con apparecchi illuminanti a led: installazione di sistemi di telecontrollo, sostituzione dei quadri elettrici di comando, piombature di 300 sostegni con rifacimento linee e sostituzioni di altri 50, oltre al cambio di 6546 metri di linee elettriche.

Il nuovo contratto prevede investimenti a carico del gestore per 3 milioni 188 mila e 655 euro, 2.532.396,33 euro dei quali per riqualificazione energetica e miglioramento tecnologico, e 656.259, 63 euro per manutenzione straordinaria e adeguamento normativo.


Iscriviti alla Newsletter