Dal 26 novembre a Scandicci il Festival Giapponese

10 Novembre 20213min286
Giappon

L’oriente torna a Scandicci col Festival Giapponese: da venerdì 26 a domenica 28 novembre (orario 11:00 – 20:00), nell’auditorium del Centro Rogers in piazza Resistenza, si terrà la 22ª edizione di questa manifestazione internazionale dedicata esclusivamente al Giappone, l’unica, nel suo genere, che dal 1999 permette ogni anno di immergersi nelle atmosfere più genuine della cultura nipponica.

Col patrocinio dell’ambasciata del Giappone, del comune di Scandicci e della Regione Toscana, l’evento è organizzato dall’associazione culturale giapponese Lailac. Artisti e maestri giapponesi proporranno ai visitatori spettacoli di danza (il gruppo tradizionale giapponese Hanafuji di Lailac presenterà stili proveniente da tutto il Giappone), musica, cultura, arti marziali, dimostrazioni e laboratori.

Lo spazio dell’auditorium sarà suddiviso in aree con peculiarità diverse, dove venire in contatto con l’autenticità del paese del Sol levante. Ecco allora l’area del Tè, che si focalizza sulla famosa Via del tè, ovvero il Cha-do, la cerimonia del tè rivolta alla spiritualità, l’area Bazar, con stand che vendono oggettistica ed artigianato giapponese, l’area creativa con intrattenimenti quali disegno libero, disegno con pennello, origami e calligrafia o ancora l’area ristoro, dove gustare sapori tipici della cucina giapponese grazie allo storico Mangiappone del catering giapponese Rafor di Firenze.

Di grande suggestione, come ogni anno, la vestizione del kimono: i visitatori indossano autentici kimono, da quelli comuni e informali a quelli da cerimonia e da sposa, con spiegazioni approfondite. Da non perdere la lezione di vestizione, per comprendere la complessità che si cela dietro a questo antichissimo abito giapponese.

E poi le arti marziali, tra cui il Bushido, degli antichi samurai, curato dal maestro Tomita Takeji ed un’esibizione di tamburi taiko e karatè a cura della Sayuri Shindo, il gruppo italiano della Kikai Dojo. Presenti anche l’Istituto Europeo di Shiatsu con la maestra, famosa nel mondo, Patrizia Stefanini, Firenze Sake che farà scoprire il vino giapponese fatto dal riso.

L’ingresso costa 2 euro, gratuito fino a 10 anni e per i Soci Lailac.


Iscriviti alla Newsletter