Disabili, centri diurni ancora ad orario ridotto, nonostante le vaccinazioni

15 Marzo 20211min137
disabil intellettivo down

L’associazione In nome dei diritti, tramite il presidente Alessandro Martini, punta il dito contro la situazione dei centri diurni per disabili anche di Scandicci, lamentando che l’orario rimane ridotto nonostante le vaccinazioni antiCovid.

“Sono tante le famiglie – spiega Martini in un comunicato – che ci segnalano che presso i centri diurni frequentati dai loro figli il servizio non è mai ripartito completamente, ma perlopiù si procede ancora ad orario ridotto per 2 o 3 volte la settimana. Eppure sia gli operatori che i ragazzi sono già vaccinati da settimane, quindi perché non riprendere il servizio nella sua interezza?”.

Secondo l’associazione i centri diurni adesso sono luoghi sicuri e per questo chiede a sindaci, Regione e Asl di ripristinare subito l’orario pieno e con esso i diritti dei ragazzi ospitati, che “sono stati privati per troppi mesi della loro normalità e la drastica riduzione della frequentazione dei centri – conclude Martini – ha causato in alcuni di loro evidenti regressioni nei comportamenti”.


Iscriviti alla Newsletter