Disabilità: stabiliti contributi per ovviare alla chiusura dei centri diurni

30 Dicembre 20202min85
Disabile scivolo

La Società della Salute (SdS) zona Fiorentina Nord Ovest ha deliberato misure compensative per persone che, pur avendone titolo, non possono frequentare i centri diurni per disabili chiusi per l’emergenza sanitaria.

I centri in questione sono quelli a gestione diretta della Sds o in convenzione, mentre le misure compensative fissate dalla delibera vengono attivate dal servizio sociale territoriale, a seguito di proposta dell’assistente sociale di riferimento da sottoporre alla commissione competente per l’approvazione.

Le misure compensative fissate sono le seguenti: contributo badante, determinato nella misura unica mensile di 250 euro; contributo cure familiari, determinato in via straordinaria nella misura unica mensile di 150 euro; assistenza domiciliare, fino a un massimo di 6 ore settimanali, erogabile sia in forma diretta, sia mediante la concessione di voucher.

“Situazioni straordinarie di difficoltà come quella che stiamo vivendo rischiano di gravare ancora di più e in maniera pesante sulle fragilità – dice l’assessore alle Politiche sociali di Scandicci Andrea Franceschi – per questo motivo siamo impegnati a trovare soluzioni il più possibile adeguate alle necessità delle persone. Sappiamo che nessuno può compensare il valore aggiunto dello stare insieme e della socialità che i nostri centri diurni offrono a chi li frequenta, ma le misure compensative che abbiamo fissato con la Società della Salute rappresentano un aiuto concreto ed economico alle famiglie costrette in questo periodo ad ulteriori difficoltà, anche di tipo pratico”.


Iscriviti alla Newsletter