Gli orti urbani di via Masaccio crescono: diventeranno 35, con frutteto, spazi ricerca ed erbe aromatiche

12 Aprile 20213min554
orti via Masaccio ampliamento

Sempre più “orti della diversità”, nel parco di via Masaccio a Vingone: da 29 che sono attualmente diventeranno 35, con relative nuove assegnazioni da parte del soggetto gestore e con l’aggiunta di un nuovo spazio frutteto.

Ma c’è dell’altro: saranno realizzati un’area compostaggio, uno spazio dedicato alle attività di sperimentazione e ricerca con l’installazione di una piccola serra, uno spazio con una struttura in tufo per le erbe aromatiche, un adeguamento della recinzione esistente, un’estensione dell’impianto d’irrigazione e il potenziamento dell’illuminazione del fabbricato già esistente, oltre ad arredi vari per aumentare la socializzazione fra le persone e garantire il miglior utilizzo dell’immobile.

Insomma, un intervento articolato, cofinanziato per 20mila euro dalla Regione Toscana dopo che il comune di Scandicci ha partecipato al bando “Centomila orti in Toscana”.

“Caratteristica interessante dell’iniziativa è la modalità di gestione – come spiegano i promotori degli Orti della diversità – che prevede la costituzione di un’assemblea degli ortisti e del relativo comitato di gestione che si occuperà di funzionamento, apertura e manutenzione ordinaria dello spazio ma anche di eseguire il programma delle iniziative pubbliche che ivi si realizzeranno”.

Nel giugno del 2020 i primi orti della diversità sono stati assegnati dal consorzio gestore a 29 coltivatori che avevano partecipato ad un bando dello scorso febbraio: degli ortisti assegnatari 12 hanno tra i 18 e i 40 anni, 7 tra i 40 e i 65, 8 sopra i 65 anni, mentre due orti vanno a giovani disoccupati.

Il Consorzio vincitore dell’avviso del Comune, oltre a Rete semi rurali che si occupa di promuovere a livello nazionale la gestione collettiva della agro biodiversità, include: EticaMente organizzazione di volontariato e del commercio equo, che promuove uno stile di vita sostenibile e solidale; la Fierucola associazione di promozione sociale, che promuove mercati locali a piccola scala, con produzioni di alta qualità ecologica e valore sociale; le cooperativa sociale Gaetano Barberi che si occupa di riabilitazione di giovani adulti con disabilità intellettiva e la Giglio del Campo che si occupa della cura del verde e gestisce dal 2018, in consorzio, il Parco Museo di Poggio Valicaia; Seed Vicious associazione di promozione sociale che produce, custodisce, condivide e distribuisce varietà locali di piante ortive; la Società toscana di orticultura (Sto), che incoraggia e promuovere l’orticoltura in Toscana, mediante mostre mercato floro-vivaistiche e formazione aperta a tutti; Terra!, associazione ambientalista impegnata in progetti e campagne sui temi dell’ambiente, delle filiere agricole etiche e dell’agro-ecologia.


Iscriviti alla Newsletter