I NOSTRI “ANGELI CUSTODI” – MISERICORDIA – Essere un volontario al giorno d’oggi

7 Dicembre 20202min282

Abbiamo scelto per questo appuntamento in rubrica di presentarvi due nostri volontari, che attraverso le loro opinioni e riflessioni vi regaleranno una fotografia di quello che è essere un volontario al giorno d’oggi.

I nostri due volontari, Sofia e David, appartenenti alla nostra Misericordia, si racconteranno nel corso di questa breve intervista condividendo la loro storia personale, le loro intenzioni, i progetti di vita dentro e fuori l’Associazione.

E’ stato bello scoprire come il punto di vista di un Volontario sia diverso da quello di una persona “normale” in relazione al CoronaVirus e alla gestione della vita quotidiana.

Nella giornata del 5 dicembre, che è appena trascorso, viene celebrata la giornata mondiale del volontariato.
L’istituzione di questa giornata è recente.
E’ stata decisa solo nel 1985 attraverso la risoluzione 40/212 dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

E abbiamo apprezzato le parole del Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, rilasciata alla consueta Conferenza Stampa:
“In questa giornata desidero esprimere sincera gratitudine al mondo del volontariato e a quello del Terzo Settore, per il sostegno che sta assicurando alla comunità particolarmente colpita dalla pandemia. In questi mesi, i volontari hanno svolto con dedizione e altruismo un ruolo fondamentale, dedicando spontaneamente il loro tempo alle persone in difficoltà. Nel rimanere vicino a chi soffre, ai più deboli, a chi ha bisogno di aiuto, i volontari hanno spesso sacrificato la propria salute, perdendo in alcuni casi anche la vita pur di donare aiuto”.

Di Eleonora Bitossi, volontaria della Misericordia sezione Scandicci


Iscriviti alla Newsletter