Incidente in via Roma: i commenti dei cittadini

8 Gennaio 20202min1321
Incidente via Roma

Come si legge sul gruppo Fb “Sei di Scandicci se…”, Raffaele Parisi riporta stamani, mercoledì 8 gennaio, dell'”ennesimo, brutto incidente su via Roma all’incrocio con via Martin Luther King”, peraltro (l’utente allega la foto che pubblichiamo) verificatosi sull’attraversamento pedonale.

Non sappiamo ancora quali conseguenze il sinistro abbia causato ai diretti interessati, ma quello che conta è prendere atto dell’effettiva pericolosità del luogo: la strada che arriva da Mosciano induce gli automobilisti a correre – a dispetto del limite di velocità – e, anche in base alle dichiarazioni di chi conosce bene la zona, il risultato è che le strisce vengono viste all’ultimo momento.

Riportiamo qui di seguito alcuni commenti lasciati dagli utenti del gruppo social, da cui si delinea un quadro piuttosto chiaro della situazione.

Filippo T.  “Ieri sera in moto ho sfiorato l’incidente lì: uno usciva per l’ennesima volta contromano dalla piazza. È davvero tremendo quel posto per la viabilità”.

Gianmarco S. “Vengono da Roveta come dei missili. Quest’estate mi ha sfiorato uno ed io ero sulle strisce pedonali con il gelato in mano”.

Riccardo B. “Situazione pericolosissima, ho personalmente rischiato la vita più volte attraversando la strada sulle strisce pedonali. Dovrebbe essere modificata la viabilità della piazza, in modo che le auto siano costrette a girarle intorno, rallentandole e diminuendone la pericolosità”.

Patrizia E. “In quel punto non si vede niente: quelli che scendono da via di Mosciano si trovano le strisce pedonali a ridosso, perché sono situate in un punto cieco. Poi scendono veloci e si fa la frittata”.

Olimpia S. “Abito lì da qualche anno, la situazione è al limite. Chi scende dalla Roveta va a tutta velocità, come quelli che escono da Scandicci; per non parlare delle macchine e camioncini vari parcheggiati in doppia fila per andare al bar o al tabacchi, che impediscono la visuale a chi deve immettersi su via Roma”.


Iscriviti alla Newsletter