Jamila, da Scandicci ai grandi pubblici. Intanto è uscito il singolo “La dottrina delle piccole cose”

16 Settembre 20202min989
Jamila - foto Francesco Nunziante

Vive a Scandicci, non ha ancora vent’anni e ha pubblicato da poco il suo primo singolo, dal titolo “La dottrina delle piccole cose“.

Parliamo di Jamila Kasraoui, in arte Jamila, che il canto e la musica li ha nel sangue, dal momento che iniziò a instaurare un profondo feeling con le proprie doti vocali già intorno ai quattro anni. Poco tempo dopo arrivò la batteria, seguita dallo studio del pianoforte e della chitarra; il passo per coniugare proprio la chitarra al canto fu breve e, ancora studentessa alle medie, Jamila prese a cimentarsi con la scrittura di testi.

“La dottrina delle piccole cose” (brano prodotto da Ferramenta Dischi e mixato dal musicista Zibba, che ha curato tutto il disco) parla d’amore ed è dedicata alla (ormai ex) compagna della cantautrice: «Lei ha accettato il pezzo come se le avessi regalato un fiore», ha dichiarato in proposito Jamila.

Da Scandicci la giovane artista sta via via allargando i propri orizzonti tramite tour che la “formano” anche in relazione al rapporto con pubblici di cospicue dimensioni; interessante, a tal proposito, quanto Jamila ha scritto sul suo profilo Fb (da cui è tratta la foto, di Francesco Nunziante) circa un’esibizione a fine agosto a Ottati (Salerno), quando ha avuto l’onore di aprire il concerto di Brunori Sas. «Salgo sul palco del MaCo Festival con tutto il coraggio e la forza raccoglibili da carica interiore e dall’accoglienza meridionale più che calorosa – spiega la ragazza – e mi trovo a cantare le mie parole davanti a mille persone. Posso dire se non altro di aver affrontato quel “mostro da palcoscenico” e ora non provo più timore nel salirci».


Iscriviti alla Newsletter