L’AVVOCATO RISPONDE – Cashback, questo sconosciuto!

31 Dicembre 20207min753
immagine cashback

Lo scorso 08 dicembre è partito il cashback (in italiano, “rimborso”) sperimentale di Natale teso a rimborsare gli acquisti fatti a dicembre presso i negozi fisici a fronte di pagamenti elettronici. Tuttavia non pochi sono stati i disagi – tutt’oggi segnalati – dovuti ai troppi accessi all’app IO: in particolare è stata riscontrata una impossibilità di registrare le carte di credito ed i bancomat sull’app dedicata.

Ma cosa è il cashback?

Il cashback è una iniziativa tesa ad incentivare i pagamenti elettronici attraverso un sistema di restituzione in denaro di una percentuale di quanto pagato in cashless (cioè senza utilizzo di denaro contante) nella fase sperimentale (dicembre) e poi nella fase semestrale.

Questa misura si inserisce nell’iniziativa più ampia di lotta al contante prevista anche dal Decreto Agosto convertito in legge il 14 ottobre 2020.

Orbene, il cashback di Natale partito l’08 dicembre si conclude oggi, 31 dicembre. In questa fase è stato previsto il rimborso pari al 10% a fronte di almeno 10 operazioni cashless fino ad un massimo di 1.500 euro (dunque la massima somma rimborsabile ammonterà a 150 euro).

Questo primo cashback sarà accreditato a febbraio 2021 sull’IBAN indicato nell’app IO.

Nella fase che partirà da domani, 01 gennaio 2021, verrà riconosciuto un rimborso semestrale pari al 10% di quanto speso fino ad un massimo di 1.500 euro a semestre a fronte di almeno 50 operazioni cashless effettuate nello stesso semestre.

Attenzione! Ogni pagamento sarà considerato fino ad un massimo di 150€ (per favorire più pagamenti e non soltanto uno consistente).

E’ inoltre previsto, nella fase semestrale, un supercashback ovvero un rimborso di 1.500 euro – in aggiunta al cashback standard – che verrà riconosciuto ogni semestre ai primi 100.000 registrati che abbiano effettuato il maggior numero di operazioni cashless purché eseguano almeno 50 operazioni di pagamento elettronico nel corso del semestre.

I periodi per i quali è previsto il rimborso sono i seguenti: 01 gennaio 2021- 30 gennaio 2021; 01 luglio 2021 – 31 dicembre 2021; 01 gennaio 2022 – 30 giugno 2022. Il pagamento del cashback e del supercashback avverrà entro sessanta giorni dalla fine del periodo e tutti i rimborsi saranno esentasse.

Come partecipare al cashback?

Per partecipare all’iniziativa occorre iscriversi a mezzo del proprio SPID o Carta di Identità Elettronica su IO.it (l’App di Pago.Pa già utilizzata per il bonus vacanze). L’iscrizione potrà essere effettuata anche tramite altri sistemi messi a disposizione da Istituti di pagamento o banche (utilizzabili esclusivamente dai loro utenti) quali: App Bancoposta, App PostePay, Satispay, App Sella, Enel X Pay, Nexy Pay e Yap. Al cashback potranno partecipare tutti i maggiorenni residenti in Italia e concorreranno solo acquisti fatti come consumatore (dunque saranno esclusi gli acquisti effettuati nell’ambito dell’attività professionale od imprenditoriale).

L’iscrizione potrà essere effettuata in qualsiasi momento e coloro che si sono iscritti al cashback di Natale saranno automaticamente iscritti anche per il cashback semestrale e per il supercashback.

Gli acquisti dovranno essere effettuati con pagamento in modalità elettronica e da domani, 01 gennaio 2021, sarà possibile partecipare anche con acquisti fatti tramite Samsung Pay, Apple Pay, Google Pay, Bancomat Pay.

Una volta che le carte e gli strumenti per il pagamento sono stati registrati non dovremo fare altro che pagare a mezzo di dette carte e le transazioni saranno registrate automaticamente ai fini del rimborso.

E’ inoltre prevista la possibilità di inviare un reclamo attraverso un modulo disponibile sul sito www.consap.it per imborsi sbagliati o non concessi: il reclamo dovrà essere presentato entro 120 giorni dal giorno previsto per il rimborso e Consap dovrà dare risposta entro 60 giorni dal ricevimento del medesimo reclamo.

Da aggiungere che il cashback riguarderà tutti gli acquisti pagati in modalità elettronica ad esclusione di quelli fatti on line e gli esercenti non devono convenzionarsi ma saranno gli operatori che gestiscono i loro POS che aderiranno all’iniziativa.

Da rammentare anche l’ulteriore iniziativa denominata Lotteria degli scontrini la cui partenza slitterà al 1° febbraio 2021 per permettere agli esercenti di adeguare il registratore di cassa alla nuova lotteria con proroga al 01 marzo 2021 per le segnalazioni al Fisco ed al 01 aprile 2021 per l’adeguamento dei registratori di cassa telematici.

La lotteria degli scontrini punta ad invogliare i contribuenti a richiedere l’emissione dello scontrino elettronico ed a pagare con strumenti tracciabili.

Con ogni scontrino elettronico relativo a spese di importo pari ad almeno 1 euro i contribuenti potranno concorrere all’assegnazione di premi di importo fino a 5 milioni di euro.

Orbene, per partecipare all’estrazione dei premi bisognerà munirsi di un codice lotteria andando sul sito www.lotteriadegliscontrini.gov.it, mostrarlo all’esercente e si avrà diritto ad un biglietto virtuale per ogni euro di spesa. Inoltre i premi saranno previsti solo per le transazioni elettroniche.

E allora, scongiurando nuove drastiche chiusure, la corsa agli acquisti può iniziare!

Avv. Chiara Caciolli


Iscriviti alla Newsletter