MALTA

16 Febbraio 20204min723
malta

Malta, nel cuore del Mediterraneo, ricca di possibilità, considerando che in pochi chilometri si trova il mare, percorsi per sub, oltre 365 chiese, meraviglie naturali, torri saracene, templi megalitici, palazzi dei gran maestri, tele di Caravaggio, folkloristiche feste patronali, casinò, catacombe e dimore vittoriane, tanto per citarne alcune.

Quando si parla di Malta si pensa subito alle spiagge, ma non e solo mare, anzi: per la verità le spiagge non sono poi molte. Il litorale è roccioso e frastagliato, ed è lì che il mare è più blue. Questa è un po’ l’anima di un’isola che si rivela pian piano, solo a chi va oltre la prima impressione. Se parliamo di Malta, non si può fare a meno di menzionare i tre pilastri che raccontano la storia maltese. Il più remoto si trova nella vicina e imperdibile Isola di Gozo: i templi megalitici di Ggantija, i più antichi d’Europa. Maestosi, dominano l’isola.

Tornando a Malta è imperdibile La Valletta, ora un mix tra antico e moderno: il nuovo ingresso progettato da Renzo Piano, tra le storiche e imponenti mura, porta al Museo Archeologico, al Palazzo dei Granmaestri e la Co-Cattedrale di San Giovanni, un gioiello che toglie il fiato.

Dai Barakka Gardens si gode di una vista splendida sulle città, uno sguardo al porto naturale più profondo del Mediterraneo, teatro del grande assedio che nel 1565 vide l’isola vittoriosa contra i turchi.

La terza meraviglia di quest’isola è Mdina, la vecchia capitale, la nobile, la città del silenzio, ma anche la città della torta al cioccolato e della Cattedrale di San Paolo.

Da menzionare anche una terza città importante da punto di vista storico: Vittoriosa, o Birgu in maltese. Delle tre città che si affacciano sulla Valletta, è la più ricca di storia: la Chiesa di San Lorenzo, il Palazzo dell’Inquisitore e i Musei dell’Aviazione e della Marina valgono uno visita in questo borgo di piccoli vicoli e mura che non hanno nulla da invidiare a quelle della Valetta.

Malta non è solo storia, né solo spiagge, nasconde meraviglie naturali molto particolari come la Blue Grotto a Zurrieq, nel sud di Malta, da visitare la mattina per via della luce che entra all’interno delle grotte. La Azure Window a Gozo, un arco di roccia imponente che vi farà scattare decine di foto.

Altre due chicche maltesi sono Lija, una Mdina in miniatura, senza turisti re negozi di souvenir e la famosa Isola di Comino, nota per la sua tranquillità e isolamento, riserva faunistica per gli uccelli e luogo dove si trova la celebre Blue Lagoon, la piccola baia è infatti rinomata per la sua acqua trasparente di un profondo colore blu e per la ricca fauna marina che la rende popolarissima per le immersioni subacquee.


Iscriviti alla Newsletter