Pelletteria: accordo per la partecipazione a Mipel. Da Scandicci il commento di Andrea Calistri

25 Agosto 20203min629

Per ridare ossigeno al comparto della pelletteria – che segnatamente nella sua declinazione “moda & lusso” a Scandicci è una colonna portante dell’economia – arriva un accordo fra il gruppo bancario Intesa San Paolo e Assopellettieri, l’associazione che rappresenta gli interessi delle principali imprese di pelletteria italiane. L’intesa consentirà alle aziende di partecipare alla prestigiosa fiera Mipel -(Milano Pelle) in programma a Fiera Milano – Rho dal 20 al 23 settembre – senza dover anticipare risorse, “merce” così rara in questi mesi di crisi economica causata dal Covid-19… Il settore della pelletteria italiana, ricordiamolo, ha registrato un calo
dell’export del 28% da gennaio ad aprile 2020 rispetto al 2019 (fonte: Centro Studi di
Confindustria Moda).

Mipel potrebbe così essere per molte imprese, anche del territorio scandiccese, l’opportunità della ripartenza, una vetrina fisica e virtuale che potrebbe permettere di riattivare quei contatti internazionali che in questi mesi si sono affievoliti, visto che attrae espositori da tutto il mondo e che, in questa prossima edizione di settembre, sarà anche in versione digitale con il “Mipel Digital Trade Show”.

In concreto, l’accordo siglato oggi fa sì che le aziende partecipanti al Mipel possano godere, fra l’altro, di forme di finanziamento agevolato a fronte, appunto, della domanda di partecipazione alla rassegna.

Andrea Calistri (nella foto) – vicepresidente di Assopellettieri e maestro pellettiere titolare dell’azienda di Scandicci Sapaf Atelier 1954 – ha così commentato la novità: «L’accordo si configura come un’importante opportunità anche per le imprese toscane […]. Il Mipel di quest’anno, nella sua doppia vesta fisica e digitale, può essere una grande occasione di rilancio per il mondo della pelletteria. Per questo abbiamo lavorato per renderlo accessibile a tutti, consapevoli di quanto il settore stia soffrendo a causa della crisi scatenata dall’emergenza sanitaria globale. E l’accordo con Intesa San Paolo, che permette alle imprese di partecipare alla fiera senza anticipare risorse, è il coronamento di una serie di misure che vanno in questo senso. Invito quindi le imprese toscane a prendere parte al Mipel […]. Sono convinto che il rilancio parta proprio da qui».


Iscriviti alla Newsletter


© Copyright by Stampadaimage 2017. Via Cattaneo, 19 – Campi Bisenzio – 0558970265

Mi piace:

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: