Ristrutturazione del palazzo comunale di Scandicci: a novembre fine dei lavori

20 Luglio 20212min85
Varie 1

Confermato il prossimo novembre, come termine dei lavori per la riqualificazione e l’efficientamento energetico del palazzo comunale di Scandicci; le opere sono eseguite con i contributi europei erogati tramite bando dalla Regione Toscana. Comunque, chi in questi mesi ha necessitato di rivolgersi agli uffici comunali sa che durante il periodo dei lavori i servizi ai cittadini non subiscono interruzioni, grazie al Punto Comune al primo piano del municipio, che mantiene gli stessi orari e le consuete modalità di accesso.

L’intervento in corso, ricordiamolo, durerà in totale un anno e riguarda opere di abbattimento degli sprechi energetici dell’edificio e di conseguenza di riduzione degli inquinanti, il risanamento di parti in cemento e un miglioramento delle condizioni di lavoro all’interno degli uffici, oltre ad una migliore accoglienza per i cittadini che usufruiscono dei servizi del Comune. Nel dettaglio, ecco i vari interventi:

sostituzione delle attuali partizioni interne con un nuovo sistema di pareti divisorie trasparenti ed opache;

installazione di controsoffittature, per alloggiare gli impianti tecnologici e migliorare il comfort acustico interno;

miglioramento dell’isolamento termico mediante realizzazione di contropareti con idoneo spessore di isolante;

nuovo impianto di climatizzazione Vrf-Vrf e nuovi impianti di illuminazione con apparecchi a led, oltre adeguamento impianto forza motrice, trasmissione dati e installazione di nuovo impianto di rilevazioni fumi e allarme incendio;

sostituzione degli attuali infissi a tutti i piani del palazzo comunale e avanzamento della tamponatura al piano terrazza lato piazza, mediante chiusura interamente vetrata.

L’involucro esterno dell’edificio è oggetto del recupero corticale del cemento armato.

La sostituzione e il potenziamento degli impianti implicano nuove macchine per la climatizzazione, di tipo elettrico, alloggiate nel resede tergale e laterale del palazzo comunale.

 


Iscriviti alla Newsletter