Scandicci, i provvedimenti per ridurre le polveri sottili Pm10

2 Dicembre 20201min91
pm10 polveri

Prosegue il divieto di accendere fuochi all’aperto e di bruciare sfalci, potature, residui vegetali e altro su tutto il territorio comunale di Scandicci fino al 31 marzo prossimo.

Questa disposizione è finalizzata alla riduzione del rischio di superamento dei valori limite per le polveri sottili Pm10 ed è accompagnata da diverse raccomandazioni: non utilizzare legna in caminetti aperti e in stufe a meno che non siano l’unica fonte di riscaldamento, contenere i consumi energetici nella gestione degli impianti di riscaldamento, utilizzare il più possibile mezzi pubblici o mezzi di trasporto non inquinanti per gli spostamenti e, molto importante, dal momento che sono ancora tanti gli incivili che non lo rispettano, l’obbligo di spegnere il motore dell’auto quando è in sosta.

In questa cornice va comunque rilevato che Arpat ha depennato Firenze e alcuni comuni limitrofi, tra cui Scandicci, dalla lista di quelli dove le polveri sottili sforano regolarmente i limiti di sicurezza.


Iscriviti alla Newsletter