Scandicci, presentato il piano di Protezione civile “In caso di neve”

2 Dicembre 20216min283
Neve alberi

L’assessore e il dirigente alla Protezione civile del comune di Scandicci hanno aggiornato il “piano neve” per l’inverno 2021-2022. Nel presentarlo alla giunta comunale sono state ricordate anche le precauzioni e gli obblighi per i cittadini, con il vademecum riassuntivo della Protezione civile dei Colli Fiorentini e del comune di Scandicci.

“L’aggiornamento continuo sui piani di Protezione civile è necessario per essere sempre e il più possibile preparati ad ogni evenienza, come in inverno le possibilità di nevicate – dice l’assessore alla Protezione civile Yuna Kashi Zadeh – abbiamo ribadito i ruoli e le funzioni degli uffici, delle istituzioni e delle associazioni nei casi di emergenza, e la necessità di comunicare per tempo ai cittadini gli obblighi e le precauzioni da adottare; per questo motivo ripubblichiamo il vademecum con le indicazioni da seguire per non complicare troppo la vita a se stessi e ai soccorritori impegnati a gestire le situazioni d’emergenza, oltre agli obblighi fissati dal Regolamento Comunale. In queste eventualità l’appello dell’Amministrazione comunale è sempre quello di comprendere l’eccezionalità della situazione, di portare un po’ di pazienza, di collaborare tra cittadini e di chiamare i soccorsi solo in caso di reale bisogno. Proprio per essere sempre tutti pronti ad affrontare situazioni di emergenza in cui è coinvolta la Protezione Civile invitiamo a scaricare la App ‘Cittadino Informato’, che garantisce comunicazioni tempestive e davvero preziose per superare nel migliore dei modi le criticità”.
Precauzioni: tenersi costantemente informati sulle previsioni meteo. Mettere le catene in auto all’inizio della stagione invernale, accertandosi di saperle montare e che siano del tipo adatto al proprio veicolo; in alternativa alle catene nei mesi più freddi possono essere montati pneumatici termici.

Raccomandazioni: In caso di previsioni di neve o di effettive nevicate, è estremamente importante:

– limitare per quanto possibile l’uso dell’auto;

– preferire i mezzi pubblici ai veicoli privati e non usare cicli o motocicli;

– calzare scarpe con suola antiscivolo;

– non aspettare a montare le catene quando si è già in condizioni di difficoltà, specie se si devono affrontare salite o discese anche lievi;

– non lasciare l’auto in posizione d’intralcio per gli altri veicoli, soprattutto per i mezzi di soccorso;

– ascoltare i notiziari e tenersi informati sulle condizioni delle strade;

– non camminare vicino agli alberi e stare attenti ai blocchi di neve che possono staccarsi dai tetti.

Obblighi: il Regolamento comunale fissa alcuni doveri per i proprietari di edifici che si affacciano sulle strade pubbliche. E’ obbligatorio:

– rimuovere la neve dal marciapiede davanti al proprio edificio, o se non esiste marciapiede in uno spazio di 1,50 metri;

– se si prevedono condizioni di gelo, spargere un adeguato quantitativo di sale sulle aree sgombrate;

– togliere eventuale neve e ghiaccio pendente dai cornicioni e dalle grondaie;

In ogni caso la neve rimossa non deve invadere la strada, né intralciare il traffico, né ostruire gli scarichi e i pozzetti stradali.

Il quantitativo di sale sparso deve essere proporzionale allo spessore di ghiaccio da sciogliere: con un chilo di sale si possono trattare circa 20 metri quadrati di superficie (quantità superiori possono danneggiare le pavimentazioni). Non usare acqua per eliminare cumuli di neve e ghiaccio, soprattutto se vi è stato sparso sopra il sale.

Contatori: Nei mesi invernali è necessario proteggere con scrupolo il proprio contatore dell’acqua, con materiali isolanti o con stracci di lana, per evitarne la rottura a causa del gelo.

Per chi è costretto a usare l’auto: D’inverno è bene controllare le condizioni dei tergicristalli (devono essere a filo con il parabrezza) e della batteria (col freddo si scarica più facilmente), oltre alla presenza dell’antigelo nel radiatore e nel liquido del tergicristalli. Il ghiaccio sul parabrezza va tolto con un raschietto o con un antigelo: non deve essere utilizzata acqua calda. Alla guida, la partenza richiede delicatezza sull’acceleratore, per evitare il pattinamento delle ruote. Prima di affrontare le curve va ridotta la velocità, rallentando in rettilineo; in curva l’azione sul volante deve essere dolce e costante, mantenendo una velocità bassa e regolare per non squilibrare l’auto.

Per essere informati puntualmente e tempestivamente in casi di emergenza scaricare la app ‘Cittadino informato’.

Solo per le situazioni di reale necessità chiamare lo 055.750628 (Protezione civile).


Iscriviti alla Newsletter