SCANDICCI SECONDO ME… – Arte come stile di vita: a scuola di creatività

29 Novembre 20205min126

Abbiamo parlato di cultura, ora parliamo di creatività come valore dell’“essere attraverso il fare”, o cosa fare per uno stile di vita ad arte, dove equilibrio, benessere emotivo e creazione di sé sono alla base di una vita serena e appagante; Erich Fromm in “L’arte di vivere” affermava che “l’uomo è insieme l’artista e l’oggetto della sua arte”.

Quest’alchimia virtuosa dell’esistenza si ottiene per gradi, con scelte semplici che comprendono il sapersi ascoltare ed escludono il volersi danneggiare; già questa presa di coscienza è il primo passo verso la creazione di un modello di qualità che genera eccellenza individuale.

Il secondo passo è quello che unisce la creazione all’azione, il cuore pulsante di ciò che chiamiamo creatività; l’arte rende più belli, è una forza che sostiene il lato migliore della natura umana, l’arte insegna a vivere meglio, a realizzare i propri sogni mostrandoli agli altri, a raggiungere i propri obiettivi in minor tempo e con più qualità.

Ho sempre sostenuto con convinzione che solo gli artisti sono in grado di rendere una scuola eccezionale coltivando l’ immaginazione che risveglia una società addormentata, quando si smette di sognare il cemento ha vinto impossessandosi della libertà di pensiero dei suoi abitanti, per questo “Chi apre la porta di una scuola chiude una prigione” diceva Victor Hugo, perché l’ immaginazione e la conoscenza rendono liberi dall’ignoranza.

Ho fondato una scuola di “cervelli creativi”, la prima Accademia d’arte nata a Scandicci nel 1996 sui pilastri portanti delle antiche botteghe fiorentine del 400’ dove i bambini crescono in armonia coltivando la propria immaginazione e gli adulti riscoprono il piacere di divertirsi come quando erano piccoli, un sogno che ho realizzato con l’aiuto di persone giuste e motivate creando un luogo creativo del libero pensiero dove sono stati attivati progetti-scuola strutturati e laboratori formativi per introdurre i giovani al mondo del lavoro:  http://www.rossotizianoweb.eu/progetti-scuola/

Sono state recuperate tecniche antiche e materiali naturali non inquinanti per tematiche su ecologia e responsabilità sociale in un’ottica del fare in totale sostenibilità ambientale: dalla scuola primaria a quella secondaria sono stati coinvolte giovani e giovanissime generazioni di creativi per affrontare il quotidiano vivere con occhi puri per ciò che io chiamo “sorgente percettiva“.

RST Art Academy ha scelto l’arte a chilometro zero, arte sul territorio, arte a misura d’uomo, offrendo la possibilità di fruire bellezza e creatività per uno sviluppo armonico dell’individuo mediante “il fare” che equivale ad azione e pensiero per una consapevolezza dell’essere e del rappresentare che può fare  dell’ uomo un testimone importante del proprio tempo.

La città di Scandicci è diventata uno dei poli industriali della moda più importanti d’Italia e non è un fatto casuale che ciò sia avvenuto proprio entro i confini fiorentini, luogo di pensiero geniale e di mani esperte, perciò non dimentichiamoci mai di investire nel talento creativo come bene inestimabile che genera comunicazione e valore territoriale per il potere che possiede nel sublimare valori morali, estetici e materiali attraverso la bellezza e la capacità di guardare il mondo con occhi sempre diversi.

Di Tiziano Bonanni, artista e docente


Iscriviti alla Newsletter