Scandicci sottoscrive il Patto per l’Arno: un fiume più pulito, sicuro e valorizzato

18 Febbraio 20212min70
Arno

Il comune di Scandicci ha aderito al manifesto di intenti che ha come oggetto il cosiddetto Patto per l’Arno, per l’avvio del percorso partecipativo “Verso il contratto di fiume per l’Arno”.

La finalità del Patto è quella di raccogliere conoscenze sulle potenzialità e sulle problematiche dei territori che si affacciano sul fiume, per elaborare un calendario di azioni e interventi che favoriscano la prevenzione del rischio idraulico, la tutela delle risorse idriche e la valorizzazione delle risorse socio economiche, culturali, paesaggistiche e ambientali.

Fra gli obiettivi strategici, la necessità di un Arno più pulito, la salvaguardia del rischio idraulico attraverso politiche di riduzione della pericolosità, una maggiore fruibilità delle sponde e la valorizzazione culturale, economica, sociale e turistica dell’ambiente fluviale.

“L’Arno adesso è molto più pulito rispetto ai decenni passati, ma c’è ancora tanto da fare – ha detto l’assessora all’Ambiente Barbara Lombardini -, le suo sponde sono dorsali che stiamo potenziando per i collegamenti a piedi o in bici, i monumenti che lo circondano sono sempre più tappe di percorsi turistici su cui lavorare per quando riapriremo al mondo. Il fiume è una risorsa importantissima per lo sviluppo e la qualità della vita di tutti noi, così deve essere considerato e su questo principio dobbiamo partire per ogni investimento presente e futuro”.


Iscriviti alla Newsletter