Sciopero alla Arval di Scandicci per solidarietà verso la mamma sospesa dal lavoro

19 Novembre 20191min2073
Arval sciopero

In seguito alla decisione, da parte della Arval autonoleggi di Scandicci, di sospendere dal lavoro una lavoratrice madre di due figli con contratto a tempo parziale, ritenuta un esubero a causa della riorganizzazione del reparto dove lavora, stamani, martedì 19 novembre, c’è stato uno sciopero di due ore nello stabilimento scandiccese.

I lavoratori hanno incrociato le braccia dalle 10 alle 12 a sostegno della collega.

“L’azienda sta avendo un comportamento inspiegabile – hanno fatto sapere dal sindacato Fisascat-Cisl -, perché una realtà di queste dimensioni non può non trovare una ricollocazione per una lavoratrice che oltretutto si era resa disponibile per lavorare in altri reparti. Proporle come unica possibilità per mantenere l’impiego il trasferimento a oltre 300 chilometri di distanza è inaccettabile”.


Iscriviti alla Newsletter