Sentieri chiusi per caccia sulle colline di Scandicci

15 Ottobre 20202min882
Caccia

Augurandosi che le giornate uggiose e generose di pioggia di queste settimane cedano presto il passo a un periodo più soleggiato – seppur tendente al freddo – in cui poter ancora sfruttare le belle colline scandiccesi per passeggiare nei boschi e fare escursioni, il CAI (Club Alpino Italiano) di Scandicci segnala alcune limitazioni alla percorribilità di alcuni tratti di sentieri.

Nel dettaglio, sono sentieri che si trovano nel territorio dell’azienda agrituristica venatoria “Roveta I Lami” nella zona Sevoli, Roncigliano e Roveta.

“A seguito dell’attuale situazione di emergenza sanitaria per Covid-19 – è stato spiegato in un comunicato dell’azienda agrituristica venatoria – è stata rilevata una notevole affluenza di cittadini all’interno dei boschi di proprietà dell’azienda (Roveta I Lami, ndr) che vi si inoltrano sia a piedi che con mountain bike, cavalli, moto da cross e fuoristrada. Al fine di poter conciliare l’attività venatoria (che si chiuderà a marzo, ndr) con la presenza dei visitatori nei boschi, è parso opportuno installare cartelli indicatori che consentano di individuare la viabilità sicura con divieto di addentrarsi nel bosco tramite sentieri interni, ovviamente di proprietà privata, ove il transito potrebbe entrare in conflitto con l’attività di caccia, ad eccezione del martedì e venerdì ove vige il silenzio venatorio”.
I cartelli sono di due tipi:
1) divieto di accesso in tutte le zone di caccia e sentieri;
2) segnale di direzione in blu dove si può transitare a passo d’uomo nella viabilità consentita.


Iscriviti alla Newsletter