Tari per le aziende: a Scandicci agevolazioni dal 25% al 35%

29 Settembre 20201min118
TARI

Il consiglio comunale tenutosi oggi, martedì 29 settembre, ha stabilito che a Scandicci le aziende costrette dalla pandemia a un periodo di chiusura fino a 30 giorni avranno un’agevolazione sulla parte variabile della Tassa sui rifiuti (Tari) pari al 25% dell’importo 2020, pari al 30% nel caso di chiusure tra i 30 e i 60 giorni, del 35% se il periodo di chiusura ha superato i 60 giorni.

Le riduzioni saranno applicate sull’importo della terza e ultima rata del prossimo 2 dicembre e saranno calibrate in base ai codici Ateco delle diverse imprese, dal momento che le categorie obbligate alle chiusure dai decreti governativi erano state individuate proprio in base a questo tipo di classificazione; per le ditte con più codici Ateco sarà considerata la media delle lunghezze dei diversi periodi di chiusura fissati.

L’assessore al Bilancio Andrea Giorgi ha spiegato che è stato deciso di applicare la riduzione della Tari del 35% anche alle strutture turistico ricettive del territorio, che nel periodo dell’emergenza sanitaria non hanno potuto lavorare. “L’impegno per venire incontro alle esigenze delle realtà imprenditoriali cittadine – ha aggiunto – è stato possibile grazie ad uno stanziamento di 800mila euro da parte del Comune”.


Iscriviti alla Newsletter