Un cuore di libri e scarpine a difesa della Makarenko

5 Marzo 20211min257
IMG_20210305_194136

Dopo il successo dell’iniziativa “Un Ponte che unisce”, che aveva portato in piazza oltre seicento persone unite in una catena umana che collegava la Makarenko alle scuole Alpi e Girandola di San Giusto, oggi, venerdì 5 marzo, la protesta verso la decisione del Comune di Scandicci di chiudere la struttura si è espressa con… scarpine e libri!

Oltre cento paia di scarpine – e altrettanti libri – uniti a disegnare un grande cuore,  questa mattina hanno infatti colorato piazza Matteotti, proprio di fronte alla sede dei Servizi educativi.

Sono apparsi alle 7.00 e sono rimasti fino alle 17.00 per poi essere donati in beneficenza e lasciare libera la piazza.

“Piccoli passi per grandi obiettivi. La Scuola non si calpesta” il nome dell’iniziativa.
Un nuovo messaggio che il Comitato “SalviamoLaMakarenko” ha voluto lanciare in difesa del Centro Educativo Integrato 1-6 che, se non ci sarà un ripensamento da parte dell’Amministrazione, “già da maggio prossimo non prenderà nuovi iscritti e andrà nell’arco dei prossimi tre anni alla chiusura”, lamentano gli organizzatori.


Iscriviti alla Newsletter