Svizzera: Lucerna

27 Marzo 20204min987
lucerna

Lucerna è una città d’acqua. Gioiello medievale della Svizzera centrale, la cittadina si specchia sul fiume Reuss e sul lago omonimo dove da oggi è possibile fare una crociera a bordo del nuovissimo yatch panoramico a due piani. E tanti sono gli scorci da cartolina che questo centro medievale offre, soprattutto lungo il fiume.

Il più fotografato è il trecentesco Ponte della Cappella, struttura coperta in legno danneggiata e riportata a nuovo splendore in seguito all’incendio del ’93, da cui svetta la torre ottagonale in pietra. Camminandovi sopra si ripercorre la storia della città grazie ai quadri seicenteschi incastonati fra le travi del soffitto, che raccontano di santi, giganti ed eroi. Molti sono andati distrutti durante l’incendio e quelli rimasti, in parte anneriti dal fumo, sono tutti originali.

Chi è appassionato d’arte non può perdersi a breve distanza dal centro storico il Museo Rosengart, una straordinaria collezione di tele che raduna Picasso (ben 32 opere), Modigliani, Mirò, Renoir, Monet, Cézanne e molti altri. Gironzolando fra le sale può capitarvi di incontrare anche la signora Angela Rosengart, amica personale di Picasso, che va a trovare spesso i “suoi” quadri come fossero suoi figli.

Lucerna è anche una città ricca di boutique e pasticcerie che espongono sculture di cioccolato dalle forme e dai colori molto invitanti. E a spasso fra le sue piazzette si scoprono fontane, edifici affrescati e taverne dalle insegne barocche.

Fra i monti che circondano il lago di Lucerna ce n’è uno che può essere definito il più grande parco giochi naturale della Svizzera centrale. È il Monte Pilatus, 2.132 metri con vista su laghi, pascoli fioriti e boschi dove il divertimento è assicurato per tutta la famiglia. Si sale a bordo di cabinovie (gondole) fino al Frakmuntegg, la stazione di media montagna dove mettersi alla prova con funi, ponti di corde e percorsi sugli alberi a seconda dell’età e della difficoltà. Dopo il tree climbing si può salire alla stazione dei toboga, per affrontare la più lunga pista di slittino estivo del Paese. Non fatevi impressionare dai 1.350 metri di discesa lungo il fianco della montagna, l’esperienza è davvero divertente e può essere facilmente manovrata con i freni. Durante la corsa si ammira un paesaggio alpino mozzafiato e si attraversano prati popolati da mucche al pascolo. Una volta scesi, si viene riportati in quota da uno speciale skilift cui viene agganciato lo slittino e ci si gode anche la salita.

Terminata l’avventura non sono però finite le emozioni. È il momento di riprendere la funicolare per raggiungere la vetta. Pochi minuti ed ecco lo storico Albergo Kulm. L’hotel, costruito nel 1890, ospitò anche la Regina Vittoria che vi salì a cavallo. Dalla terrazza si contempla il panorama sorseggiando un cocktail e avvistando qua e là marmotte e cerbiatti. È arrivato il momento di prendere la cremagliera, la più ripida al mondo con una pendenza del 48%, che riporta a valle fra i suoi scompartimenti d’antan. Questo è l’ultimo brivido che regala Lucerna, un luogo dalle mille sorprese.


Iscriviti alla Newsletter