4761 imprese e quasi 15mila addetti: è il distretto pelle di Scandicci

29 Maggio 20182min4503
Pelletteria
È boom del settore pelle e calzature a Scandicci: crescono le esportazioni e aumentano i posti di lavoro

 

È il primo distretto pelle e calzature in Toscana per crescita dell’export e ci mancherebbe altro: con certi numeri, Scandicci non può che collocarsi in vetta alla lista di chi si fa apprezzare nel mondo per produzioni di qualità.

Sono 357 i milioni di euro di fatturato nel 2017, 4761 le imprese e circa 15mila gli addetti distribuiti fra realtà imprenditoriali più o meno grandi del settore; il risultato è un 10,4% di esportazioni in più rispetto al 2016.

Sono dati emersi dallo studio commissionato da Banca Intesa CRF e resi noti pochi giorni fa, che fanno il paio con i circa 800 posti di lavoro in più nel settore della pelle sul territorio scandiccese nel 2017, registrati dalla Camera di commercio e relativi al 2017.

C’è poco da dire, parliamo di un ambito che traina massicciamente l’economia della nostra città, se è vero come è vero che l’85% degli iscritti all’Alta scuola di pelletteria e al Mita vengono assunti entro breve tempo dal conseguimento del diploma; e se imprese venete – stando a quanto riferisce il sindaco Fallani – decidono di  delocalizzare qui a Scandicci per poter lavorare al meglio.

 


Iscriviti alla Newsletter