AMICI A 4 ZAMPE – Malattie del gatto anziano: l’ipertiroidismo

4 Febbraio 20211min87
gatto disegno

L’ipertiroidismo è una sindrome causata da un’eccessiva produzione di ormoni tiroidei.

Si tratta di una malattia frequente nel gatto, in particolare nei soggetti di età superiore ai dieci anni. Le cause di questa malattia non sono ben chiare, e l’origine sembra essere multifattoriale.

I sintomi sono numerosi e variabili: in particolare nei soggetti affetti si riscontra un progressivo dimagrimento, agitazione, irrequietezza, iperattività, polifagia, aumento della sete e della quantità di urina prodotta, e sintomatologia gastroenterica, quale vomito e diarrea.

L’aspetto dei gatti ipertiroidei è caratterizzato da magrezza, disidratazione e pelo scadente, spesso arruffato, ispido e mal curato. Oltre ai segni clinici sopra riportati, per diagnosticare la malattia, il veterinario eseguirà degli esami del sangue che prevedono la misurazione ematica degli ormoni tiroidei.

Esistono alcune possibilità di controllare questa patologia, intervenendo a vari livelli a seconda della gravità: il veterinario saprà consigliare la terapia più adatta al paziente, tra quella dietetica, medica o chirurgica. Come per le altre patologie ormonali, una volta impostata la terapia, è fondamentale il monitoraggio del paziente, valutando con esami ematici la funzionalità tiroidea e dei principali organi, in particolare reni e fegato.

 


Iscriviti alla Newsletter