CAI Scandicci, domenica escursione sul Falterona e a Capo d’Arno

4 Novembre 20214min185
Varie cai

Il CAI sottosezione di Scandicci propone una escursione per domenica prossima 7 novembre: “Salita al Falterona da Stia”, in ricordo della “Gita alpinistica” del 16 e 17 giugno 1883. Difficoltà: E; salita: 1100 m, discesa: 400 m circa; durata: 6h circa.

Pranzo: a sacco. Acqua: si trova solo alla sorgente dell’Arno. Abbigliamento e attrezzatura: adatto a un’escursione in montagna – scarpe da trekking, consigliati i bastoncini.
Quota di adesione: Soci CAI 4,00€ – Non soci CAI 16,00€ – Minori di 14 anni: gratis. La quota comprende: la copertura assicurativa per i non soci, l’organizzazione e gli accompagnatori. Viaggio con Pullman. Partenza: ore 6.30 p.za Togliatti (Scandicci). Il costo sarà calcolato in base al numero dei partecipanti, se saremo in 20 il costo sarà di circa 21,00€. Se non si raggiungeranno 15 iscritti il viaggio sarà effettuato con auto proprie, con posti condivisi ed il costo totale del viaggio verrà diviso in parti uguali fra tutti i partecipanti. Informazioni e iscrizioni: www.caiscandicci.it oppure email: scandicci@caifirenze.it o tel. 320.9098602.

Ecco i dettagli, riportati in modo anche ironico dagli organizzatori: “Arriveremo con il pullman, provenendo dal passo della Consuma, al castello di Porciano (588 mslm), poco a nord di Stia, sulla riva sinistra dell’Arno e qui inizia il percorso a piedi. Prenderemo il sentiero 2 in direzione NE e saliremo dolcemente il Pian delle Gorghe. Man mano che si sale la distesa degli “Alpinisti” si allunga. Ecco Pian delle Gorghe … Pratalone, Bocca Pecorina. Bocca Pecorina (1068 mslm) è un millenario crocevia sul Falterona con bellissima vista panoramica sulla valle del Casentino. Si continua in direzione nord sul sentiero 2 fino al rifugio forestale Vitareta e poi sentieri 4 e 3 fino a raggiungere il Lago degli Idoli (1368 mslm). In mezzo a una foresta di faggi si giunge alla Cava degli Idoli. Si vuole che qui passasse la strada di Annibale… Gli oggetti qui trovati sono ora nel museo di Berlino. Poi… a forza di segnali di trombe e chiamandoci si giunge a Capo d’Arno… La sorgente dell’Arno (1358 mslm)… sono tre polle d’acqua limpidissima, ma chi l’assaggia la trova “più cattiva del vino”! Continueremo sul sentiero 3 in direzione est e poi nord e in circa un’ora saremo in cima al Falterona (1654 mslm). Arrivano muli e ciuchi con le provviste, in un baleno spariscono 100 libbre di rotsbeef, una cesta d’ova sode, salami, prosciutti, non so quante ricotte, pane e vino … quello che sono capaci di consumare 400 bocche affamate dopo 10 Km di montagna!! Noi avremo camminato per circa 4 ore e mangeremo il “solito” panino! Poi ripartiremo, in direzione est e poi sud-est sul sentiero 00, verso il Passo della Calla (1295 mslm) che raggiungeremo in circa due ore, passando da Monte Falco (1657 mslm) e Burraia (1451 mslm). Al passo ritroveremo il pullman”.


Iscriviti alla Newsletter