Domani è il “Giorno del ricordo”: a Scandicci iniziative fino al 7 marzo

9 Febbraio 20214min93
Foibe

Ormai da più di tre lustri il 10 febbraio è celebrato come “Giorno del ricordo”, per conservare la memoria di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del cosiddetto confine orientale. Con foiba, ricordiamolo, si intende un “inghiottitoio” –  caverna verticale, pozzo etc – tipico della regione carsica e dell’Istria, ma il termine, al plurale, è ormai associato agli eccidi commessi dai partigiani jugoslavi, a danno anche di tanti italiani, durante e subito dopo la seconda guerra mondiale.

La scelta del 10 febbraio è dovuta al giorno in cui a Parigi, nel 1947, venne firmato il Trattato di Pace in conseguenza del quale venne sancita la cessione di buona parte della Venezia Giulia, allora italiana, alla Jugoslavia di Tito: come devastante conseguenza, numerose città della sponda orientale dell’Adriatico dovettero essere lasciate da parte della popolazione che le abitava, che per rimanere italiana diventò esule.

Per celebrare questa occasione, il comune di Scandicci – in collaborazione con l’Anvgd (Associazione Venezia Giulia e Dalmazia) e l’Istituto d’Istruzione Superiore Sassetti Peruzzi – organizza una serie di eventi online da domani, mercoledì 10 febbraio fino al 7 marzo.

Ecco il programma:

Mercoledì 10 febbraio (ore 10,45) sui canali ufficiali del Comune presentazione del programma con il Sindaco Sandro Fallani e Daniela Velli, delegata Anvgd per la provincia di Firenze, esule di II generazione; a seguire proiezione del documentario “Altrove. Viaggi di un’anima” Progetto Perle del Ricordo, prodotto da Anvgd Nazionale in collaborazione con il Ministero della Pubblica Istruzione Miur https://www.arcipelagoadriatico.it/progetto-perle-del-ricordo-documentario-altrove-viaggi-di-unanima/ .

Giovedì 11 febbraio si propone la visione del docufilm “L’ultima spiaggia. Pola fra la strage di Vergarolla e l’esodo”, un film di Alessandro Quadretti e Domenico Guzzo, su Rai Storia alle ore 11,30.

“Undicesimo comandamento: non dimenticare”. Attività di sensibilizzazione nell’Istituto Sassetti Peruzzi a cura della Professoressa Daniela Velli.
“In occasione del Giorno del Ricordo, nell’ambito del progetto scolastico ‘Un confine difficile. L’alto Adriatico nel Novecento’ si propongono una serie di incontri con gli studenti delle classi quinte al fine di rendere consapevoli le nuove generazioni che ‘la memoria è il presente del futuro’ come recitava Sant’Agostino”, come spiegano i promotori di Anvgd.

Sabato 6 marzo si propone la visione del film “Red Land – Rosso d’Istria”, regia di Maximiliano Hernando Bruno, con Selene Gandini, Franco Nero, Geraldine Chaplin per ricordare in occasione della “festa della donna” la figura di Norma Cossetto, giovane studentessa istriana, laureanda all’Università di Padova, barbaramente violentata e uccisa dai partigiani titini avendo la sola colpa di essere Italiana e figlia di un dirigente locale del partito fascista (https://www.raiplay.it/programmi/redlandrossoistria)

Domenica 7 marzo alle ore 17 – Evento web dal Teatro Studio di Scandicci, letture e testimonianze a cura di Daniela Velli, esule di II generazione e Claudio Bronzin, esule da Pola e superstite della Strage di Vergarolla con la partecipazione degli studenti dell’Istituto d’Istruzione superiore Sassetti Peruzzi.


Iscriviti alla Newsletter